Agenda ambiziosa al G7 di Bari. La città si blinda

(Teleborsa) – Crescita inclusiva, lotta alle disuguaglianze, cybersecurity e tassazione internazionale sono i temi sul tavolo del G7 dei ministri delle Finanze, riuniti in questi giorni a Bari. L’incontro, iniziato ieri (11 Maggio) in via informale anticipa il vertice dei capi di Stato che ci sarà tra due settimane a Taormina, il 26 e 27 maggio. I lavori a Bari si concluderanno domani 13 Maggio. 

Presenti al meeting le delegazioni dei ministri delle Finanze e i governatori delle banche centrali di sette Paesi (Italia, Francia, Gran Bretagna, Germania, Canada, Stati Uniti e Giappone) oltre al Commissario europeo per gli Affari Economici e Monetari Pierre Moscovici, il Presidente dell’Eurogruppo Jeroen Dijsselbloem, il Presidente della BCE Mario Draghi e i vertici di FMI, OCSE e Banca Mondiale.

Città blindata. Barriere antiterrorismo sulle strade, agenti a ogni angolo, check point per la richiesta dei documenti. La zona rossa, quella attorno al castello svevo dove si riuniscono i Ministri, è blindata da 1.500 agenti. Si può entrare soltanto se si esibisce il pass e il documento di identità. 

La presidenza italiana con il Ministro dell’Economia Padoan e il Governatore di Bankitalia Visco ha portato un’agenda ambiziosa con il primo punto all’ordine del giorno le politiche di bilancio e di riforme strutturali che possono per dare un spinta al’economia globale. 

Nel dossier italiano rientra anche il tema della web tax, ovvero l’imposizione tributaria sull’economia digitale. 

I lavori inizieranno ufficialmente oggi pomeriggio, preceduti stamane da un simposio di alto livello.

Agenda ambiziosa al G7 di Bari. La città si blinda