Affondano le Borse del Vecchio Continente

(Teleborsa) – Giornata negativa per Piazza Affari, che chiude le contrattazioni in ribasso, assieme agli altri Eurolistini. Continua a navigare sull’onda dell’incertezza Wall Street, con lo S&P-500, che riporta un cauto -0,02%.

L’Euro / Dollaro USA continua la sessione in rialzo e avanza a quota 1,239. L’Oro continua gli scambi a 1.352,2 dollari l’oncia, con un aumento dello 0,86%. Il Petrolio (Light Sweet Crude Oil) è sostanzialmente stabile su 64,59 dollari per barile.

Lieve calo dello spread, che scende a 132 punti base, mentre il rendimento del BTP a 10 anni si attesta all’1,91%.

Tra i mercati del Vecchio Continente scivola Francoforte, con un netto svantaggio dell’1,07%. In rosso anche Londra, che evidenzia un deciso ribasso dell’1,14%. Negativa Parigi, che scende dello 0,72%. Giù inoltre Piazza Affari, con il FTSE MIB che lascia sul parterre lo 0,90%. 

A Piazza Affari il controvalore degli scambi nella seduta odierna è stato pari a 2,57 miliardi di euro, in calo del 7,14%, rispetto ai 2,77 miliardi della vigilia; per quanto concerne i volumi, questi si sono attestati a 2,17 miliardi di azioni, rispetto ai 1,08 miliardi precedenti.

Tra i 226 titoli trattati, 137 hanno chiuso in flessione, mentre 71 azioni hanno terminato la seduta di oggi in progresso. Stabili le restanti 18 azioni.

Apprezzabile rialzo (+0,67%) a Milano per il comparto Assicurativo. Nella parte bassa della classifica del listino azionario italiano, sensibili ribassi si sono manifestati nei comparti Tecnologico (-5,30%), Chimico (-2,38%) e Alimentare (-1,77%).

In cima alla classifica dei titoli più importanti di Milano, troviamo le banche, quali BPER (+2,03%) e UBI Banca (+1,20%). Tra gli assicurativi, bene Generali Assicurazioni (+1,00%).

Nel lusso, tonica Moncler (+0,52%).

Le più forti vendite, invece, si sono abbattute su STMicroelectronics, che ha terminato le contrattazioni a -6,28%. Pesante CNH Industrial, che segna una discesa del 2,13%.

In cima alla classifica dei titoli a media capitalizzazione di Milano, Anima Holding (+1,89%), Cattolica Assicurazioni (+1,19%), De’Longhi (+1,12%) e Rai Way (+0,97%). Vendite, invece, su Mondadori, che ha terminato le contrattazioni a -3,22%.

Affondano le Borse del Vecchio Continente