Aeroporto Trapani, bando Airgest per scelta Dg: partecipa, è scelto, mai poi non va più bene

(Teleborsa) – Grottesco episodio, dai contorni non chiari, che ha avuto per protagonista Massimo Di Perna, forte di laurea in lingue e master in Marketing Management and International Tourism, scelto dopo la partecipazione al bando di selezione di Airgest per la nomina a Direttore generale della società di gestione dell’aeroporto di Trapani. E Massimo Di Perna figura nota e apprezzata nel settore dell’aviazione civile, ha un brillante passato in SkyEurope, Olympic Air e poi, dal 2010 al 2015 per Vueling Airlines, che ha aiutato a crescere e a creare le proprie basi sul territorio italiano, prima di approdare all’Aeroporto di Trieste. Incarico, nello scalo aereo della città giuliana, che ha lasciato appunto per approdare nello scalo aereo dell’ovest della Sicilia.
.
Improvvisamente, adducendo la scoperta della mancanza dei requisiti e dei titoli accademici necessari, Airgest, società di gestione dell’Aeroporto di Trapani, ha pubblicato un secondo bando di selezione per la nomina del nuovo Direttore generale. Perché il Presidente di Airgest, Paolo Angius, ha revocato l’incarico a Massimo Di Perna. La decisione è stata adottata in quanto alla società incaricata della selezione, la Human Value, sarebbero stati indicati requisiti e titolo accademici diversi da quelli presentati da Di Perna. Eppure CdA e collegio sindacale di Airgest, al termine della selezione, avevano giudicato Di Perna in possesso delle competenze e della preparazione richieste per il ruolo di Direttore generale.

Ora Massimo Di Perna, oltre che sorpreso e amareggiato, si trova al momento per di più senza lavoro

Aeroporto Trapani, bando Airgest per scelta Dg: partecipa, è scelto, ...