Aeroporto di Rimini in costante crescita

(Teleborsa) – Trend in crescita e conferma del decimo posto a livello nazionale per traffico extra Schengen. L’aeroporto Fellini di Rimini, che ha chiuso il mese il mese di settembre con oltre 60mila passeggeri (+17%), conta 330mila passeggeri nei primi nove mesi dell’anno in corso stati (+23,3%).

La Russia rappresenta oltre il 50% dell’intero movimento con 175mila passeggeri (+14,5%), seguita dalla Polonia con 37.311 passeggeri, numero doppio rispetto a un anno fa. Nel complesso il traffico proveniente dall’area extra Schengen è il 74% del volume complessivo mentre quello proveniente dall’area Schengen è pari al 26%. In più l’aeroporto di Rimini è terzo nella classifica di quelli con traffico inferiore ai 2 milioni di passeggeri.

Dati eloquenti che impattano positivamente nella settimana del TTG di Rimini.

Quattro mesi estivi segnati da un +29% con più di 250 mila passeggeri confortano Laura Fincato, Presidente di AIRiminum 2014, la quale sottolinea il contributo strategico dell’aeroporto all’economia della Riviera e soprattutto al suo turismo internazionale.

“I dati di quest’estate – dichiara Leonardo Corbucci AD di AIRiminum 2014 – dimostrano che ormai l’aeroporto ricomincia a rappresentare un importante volano economico del territorio. Ipotizzando di superare i 380 mila passeggeri nel 2019, ci stiamo avvicinando sempre più rapidamente alla media storica dei passeggeri dell’aeroporto di Rimini (nel periodo 2000-2014 la media annua è stata appunto di circa 430 mila passeggeri) e questo finora senza alcun debito e contributo pubblico. Possiamo affermare dati alla mano che l’aeroporto di Rimini va considerato per il turismo una piccola eccellenza del territorio da preservare e su cui investire tutti insieme”.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Aeroporto di Rimini in costante crescita