Aeroporto di Pescara: crescita tripla rispetto alla media nazionale

(Teleborsa) – L’aeroporto di Pescara supera la quota di 600 mila passeggeri annui e la media mensile di 50 mila, archiviando un 2017 oltremodo positivo che ha fatto registrare una crescita pari al 16,6%, quasi tripla rispetto alla media nazionale.

Il dato finale è di 667.800 passeggeri, quasi centomila in più le presenze registrate rispetto al 2016, quando furono 572.753.

E’ Milano il mercato che ha registrato più passeggeri con i voli su Milano-Linate e Bergamo Orio al Serio. Bergamo è la meta che fra i voli nazionali ha registrato maggiori presenze con 190 mila passeggeri e una crescita dell’8%. Fra le mete internazionali Londra con 88.600 passeggeri ha avuto il numero maggiore di utenti ( 6%), seguita da Bruxelles (66.550 passeggeri, 3%).

Per il 2018 è prevista l’attivazione da parte del vettore Ryanair, a partire da aprile, di collegamenti per Malta e Varsavia con voli diretti bisettimanali che contribuiranno a consolidare i volumi di traffico raggiunti nel 2017.

Il 2017 è stato anche l’anno in cui è stato celebrato il centenario dell’attività dello scalo pescarese, dove sono stati ultimati i lavori per la riqualificazione della pista e a novembre si sono conclusi i lavori di riqualificazione del parcheggio e dell’intero sistema informatico di gestione. Sempre nel corso del 2017 è stato aperto il cantiere per la ristrutturazione del terminal airside che si concluderà entro i primi sei mesi del 2018. Va ricordato che la società di gestione aeroportuale SAGA ha pubblicato il bando per l’affidamento della progettazione del Masterplan che prevede l’allungamento della pista, la realizzazione di un servizio di parcheggio intermodale e del collegamento ferroviario.

Aeroporto di Pescara: crescita tripla rispetto alla media naziona...