Aeroporto Brindisi, cerimonia di consegna mezzo De-icer per interventi su aeromobili

(Teleborsa) – All’Aeroporto del salento di Brindisi si è tenuta stamattina la cerimonia di consegna del nuovo mezzo De-icer, destinato da Aeroporti di Puglia allo scalo. Il mezzo è Vestergaard Elephant, un mezzo danese che dispone di un cestello con elevazione sino a 12 metri, tale da consentire interventi sia su aeromobili di categoria C (B737, Airbus A320), sia su aeromobili di categoria D con apertura alare sino a 52 metri (B767 – B757). Dispone, inoltre, di un serbatoio ad alta capacità per un’autonomia di circa 10 interventi prima della successiva ricarica di fluido antigelo.

Alla cerimonia sono intervenuti il Presidente della Regione Puglia Michele Emiliano, il Presidente di Aeroporti di Puglia, Tiziano Onesti, l’Assessore regionale ai Trasporti, Gianni Giannini, e il Sindaco di Brindisi Riccardo Rossi.

Nel corso dell’incontro è stata annunciata anche la programmazione charter su Mosca e Kiev dell’estate 2020. I voli che collegheranno l’aeroporto del salento con le due grandi città russe verranno operati ogni sabato dal 30 maggio a inizio ottobre, per un totale di 38 rotazioni.


“L’aeroporto di Brindisi gioca un ruolo fondamentale”
, ha affermato il Presidente della regione Michele Emiliano, citando “i dati in costante crescita del traffico passeggeri, specie per la componente internazionale, il numero delle compagnie che operano sullo scalo e l’attenzione con la quale il management di Aeroporti di Puglia lavora alla qualificazione delle infrastrutture e delle dotazioni aeroportuali”. “Il Salento e il suo aeroporto sono sinonimo di capacità di accogliere e di efficienza – ha sottolineato – ma tutti gli scali pugliesi, ciascuno per le proprie peculiarità e caratteristiche tecniche, rappresentano per le compagnie aeree e per le aziende che vogliono investire nella nostra regione un partner commerciale affidabile, solido, capace di generare sviluppo sostenibile per il territorio e benessere per le sue comunità“. Emiliano ha ribadito l‘importanza di “un rapporto più intenso con la Russia”, auspicando che “questa apertura preluda a collegamenti fissi e a nuovi investimenti in agricoltura, sanità, ricerca e in tutti i settori commerciali”.

Il Presidente di Aeroporti di Puglia Tiziano Onesti ha posto l’accento sul processo di ammodernamento e riqualificazione in corso sullo scalo di Brindisi. L’Aeroporto – ha ricordato – “è interessato da un importante piano degli investimenti, nel quadriennio 2019-2022, per 31 milioni di Euro, 20 dei quali circa destinati al potenziamento delle infrastrutture di volo ed oltre 4 destinati agli impianti di security“. Investimenti che si aggiungono a quelli per migliorare l’accessibilità mediante il collegamento ferroviario e l’integrazione modale con il porto. A proposito dei voli su Mosca e Kiev, Onesti ha affermato che “l’espansione del network internazionale è fondamentale per migliorare il traffico incoming e accrescere la visibilità del brand Puglia, e con esso del sistema turistico regionale, così come delineato nel documento di programmazione strategica di Aeroporti di Puglia”.

L’Assessore Regionale ai Trasporti, Giovanni Giannini, ha parlato di una “rivoluzione positiva nel settore dei trasporti”, a cominciare dal trasporto su gomma, senza dimenticare ul progetto di RFI che collega l’aeroporto di Brindisi alla stazione, mettendo in relazione anche le città di Taranto e Lecce.

L’Assessore Regionale al Turismo, Loredana Capone ha dichiarato che “il mercato russo oggi presenta ancora elevati margini di sviluppo per quanto concerne il turismo per la Puglia”. Da inizio anno la crescita è stata del 45% per gli arrivi e del 50% per le presenze.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Aeroporto Brindisi, cerimonia di consegna mezzo De-icer per interventi...