Aeroporto Bergamo, SACBO conferma solidità patrimoniale e prosecuzione investimenti

(Teleborsa) – Il 2020 è stato un “anno difficile ed imprevedibile” per il settore aeroportuale, che ha accusato il contraccolpo della crisi sanitaria da Covid-19. In un contesto particolarmente difficile, anche l’Aeroporto Orio al Serio di Milano – Bergamo ha subito le ripercussioni dell’inattività e del crollo del traffico aereo, ma ha retto l’onda d’urto grazie alla sua solidità economico-patrimoniale, mettendo anche a disposizione le sue strutture per i servizi legati all’emergenza in corso.

E’ quanto emerso dalla consueta conferenza di fine anno di SACBO, la società che gestisce lo scalo bergamasco, che ha fatto il punto sulla situazione dell’aeroporto e del settore del trasporto aereo.

Il Presidente Giovanni Sanga, coadiuvato dal direttore generale Emilio Bellingardi, ha analizzato l’anno che sta per concludersi, ricordando il ruolo svolto in questa emergenza a supporto dei voli sanitari, governativi e umanitari e l’importante funzione logistica nella gestione del lockdown e della ripresa dei voli di linea in sicurezza. Ciò è valso a SACBO il riconoscimento dell’Airport Health Accreditation, ovvero la certificazione nella prevenzione del rischio Covid-19.

“L’aeroporto di Bergamo ha gestito questa emergenza con grande determinazione, all’insegna dleòla garanzia e della sicurezza dei servizi fondamentali, che ci ha consentito di tenere anche nei m omenti difficili un alto livello di erogazione dei servizi”. ha commentato Sanga.

A dispetto dei 25 milioni di perdite previste per il 2020 – ha spiegato il Presidente Giovanni Sanga – la società è riuscita ad affrontare il periodo di chiusura ed il drastico calo del traffico contando su una buona solidità finanziaria, su risorse patrimoniali consistenti e sui 14 milioni di utili accantonati nel bilancio 2019.

Confermata anche la volontà di proseguire il piano di investimenti infrastrutturali, con una previsione di spesa di 67 milioni nel 2021. Dopo l’inaugurazione dell’ala Est dedicata ai voli extra-Schengen nel luglio scorso, stanno proseguendo i lavori nell‘ala Ovest, dedicata ai voli Schengen, nel pieno rispetto del cronoprogramma. Da segnalare anche il collegamento ferroviario con l’aeroporto, annunciato a luglio dalla Ministra dei Trasporti Paola de Micheli, ed il progetto per l’Hotel a 4 stelle da 200 camere, che sarà realizzato nel 2022 in un’area di proprietà di SACBO con un investimento di 20 milioni.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Aeroporto Bergamo, SACBO conferma solidità patrimoniale e prosecuzion...