Aeroporti di Puglia, da ottobre Bari-Cuneo novità Ryanair

(Teleborsa) – Bari-Cuneo novità assoluta di Raynair per l’operativo “inverno 2019” dalla Regione Puglia. Il collegamento con la città del Piemonte “partirà” in ottobre con frequenza trisettimanale. La low cost irlandese, compagnia numero 1 in Italia e in Europa ha inoltre deciso di incrementare la propria attività su Bari e Brindisi. Dal primo novembre cambieranno infatti gli accordi per la presenza di Ryanair negli scali pugliesi in quanto la compagnia low cost ha stipulato un nuovo contratto direttamente con Aeroporti di Puglia e la Regione non dovrà più intervenire economicamente per garantire la presenza della compagnia irlandese. In base al nuovo contratto, il servizio, più economico e con maggior numero di voli, verrà direttamente sostenuto dalla società di gestione Aeroporti di Puglia che ha ottenuto da un pool di banche una apertura di credito fino a 60 mln di euro. Il nuovo accordo è stato presentato nella sede della Presidenza della Regione dal Governatore, Michele Emiliano, assieme al Presidente di Aeroporti di Puglia, Tiziano Onesti, e al Chief Commercial Officer Ryanair, David O’Brien.

“La cosa più importante – ha spiegato Onesti – è che questo nuovo accordo è fatto sulla base dell’autosufficienza economico-finanziaria che la società riesce a garantire. Ryanair entra in una nuova era, senza sostegno pubblico. L’apporto delle low cost è determinante per lo sviluppo del traffico in Puglia e per l’affermazione della Puglia quale brand internazionale. Complessivamente Ryanair, che ad oggi garantisce tra Bari e Brindisi 19 rotte nazionali e 28 internazionali, incide per il 46% sul totale del traffico passeggeri. La finalizzazione dell’accordo con il vettore rientra tra le strategie della società per favorire ancor di più lo sviluppo del traffico internazionale che, pur in un nuovo scenario di riduzione della contribuzione della Regione, rappresenta uno dei principali obiettivi dei futuri programmi societari”.

“Nel prossimo quinquennio, infatti – ha sottolineato il Presidente – Aeroporti di Puglia punta a far crescere l’incidenza della componente internazionale del traffico garantita dalla compagnia dal 30% al 54%, in linea, oltre che con il documento di programmazione strategica della società, anche con il Piano Puglia 365 di Pugliapromozione che prevede lo sviluppo dell’incoming internazionale e il miglioramento dell’accessibilità al territorio”.

“Ryanair, compagnia aerea più ecologica d’Europa – ha da parte sua commentato David O’Brien – è orgogliosa di offrire ai visitatori europei in Puglia voli diretti internazionali sulla nostra flotta moderna ed efficiente in termini di consumo di carburante. I visitatori europei sensibili al fattore tempo e attenti all’ambiente evitano di prendere due voli con scalo in un hub per raggiungere le regioni italiane. Ryanair offre ora voli diretti da 47 città in 12 Paesi verso la Puglia e contribuirà al trasporto di quasi 4 milioni di clienti nel prossimo anno presso gli aeroporti di Bari e Brindisi, supportando circa 3.000 posti di lavoro in loco e il turismo tutto l’anno”.

Aeroporti di Puglia, da ottobre Bari-Cuneo novità Ryanair