Aeffe, effetto Covid-19 su ricavi primo trimestre

(Teleborsa) – Aeffe ha chiuso i primi tre mesi del 2020, con ricavi consolidati pari a 76,2 milioni di Euro, rispetto ai 102,2 milioni di Euro del primo trimestre 2019, con un decremento del 25,4% a cambi correnti (-25,5% a cambi costanti) per effetto della pandemia da Covid-19.

L’Ebitda pari a 8,6 milioni di Euro si confronta con i 26,6 milioni di Euro del primo trimestre 2019, con un calo di 18 milioni di Euro. L’Utile netto di Gruppo è pari a 4 migliaia di Euro rispetto all’Utile di 11.840 migliaia di Euro del primo trimestre 2019.

L’Indebitamento finanziario comprensivo dell’effetto IFRS 16 pari a 149,6 milioni di Euro mentre l’indebitamento finanziario al netto dell’effetto IFRS 16 pari a 57,6 milioni di Euro, rispetto ai 34,5 milioni di Euro al 31 marzo 2019, in aumento di 23,1 milioni di Euro (indebitamento di 39,4 milioni di Euro al 31 dicembre 2019)

Il primo trimestre del 2020 ha risentito degli effetti della pandemia da Covid 19 che ha portato i vari Governi dei Paesi dove opera il Gruppo ad adottare rigorose misure di contenimento alla diffusione del virus, con conseguente forte limitazione alla circolazione delle persone e all’operatività delle aziende. In questo contesto, AEFFE ha, sin da subito, implementato un piano di azioni volto a salvaguardare la sicurezza e la salute dei propri dipendenti e collaboratori, a sostenere i propri clienti e a proteggere la solidità del business sotto i profili economico e finanziario, preservando al contempo il potenziale di crescita dei propri brand nei principali mercati di riferimento e la loro capacità di cogliere le opportunità che si creeranno in questo sfidante scenario di mercato”, ha commentato Massimo Ferretti, Presidente Esecutivo di Aeffe.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Aeffe, effetto Covid-19 su ricavi primo trimestre