ADR, Bassato: “Test Covid-19 prima di salire sull’aereo. Al via la sperimentazione”

(Teleborsa) – Frutto della collaborazione fra Alitalia, Aeroporti di Roma e Regione Lazio ha preso il via oggi l’iniziativa “Un biglietto, un tampone” con la partenza del primo volo Alitalia Covid Free per Milano Linate. Il primo dei due voli programmati oggi in via sperimentale sulla tratta Roma Fiumicino-Milano Linate, con a bordo solo passeggeri risultati negativi al Covid-19, l’AZ2038, attivo tutti i giorni della settimana, è partito alle 13.30 con 33 passeggeri a bordo, il secondo, l’AZ2092, attivo dal lunedì al venerdì, alle 17.30. A documentare la negatività al virus – come spiega il Direttore Airport Management Aeroporti di Roma, Ivan Bassato, – un apposito screening preventivo con tampone o test antigenico da effettuare nelle 72 ore precedenti la partenza o, in alternativa, il giorno stesso, prima dell’imbarco, all’Aeroporto di Fiumicino dove sono state predisposte corsie preferenziali dedicate ai viaggiatori dei due voli per Milano.

Inizia oggi la sperimentazione dei voli “Covid-free” in cosa consiste?

“È una sperimentazione importante perché in due voli da Roma-Fiumicino a Milano-Linate faremo imbarcare solo passeggeri che a seguito di un test antigenico o di un test molecolare sono risultati negativi. Tutti i passeggeri in partenza su questi voli dovranno quindi dare la garanzia della negatività al tampone o al test antigenico. Ci sono diverse opzioni per fare questo test: può essere fatto il giorno stesso della partenza nell’aerostazione dell’aeroporto di Roma Fiumicino al Terminal 3, livello arrivi; può essere fatto al drive-in di lunga sosta dell’aeroporto di Fiumicino; o, in alternativa, nelle 72 ore precedenti il volo può essere effettuato in uno dei drive-in presenti sul territorio del Lazio. I passeggeri, quindi, salgono a bordo sapendo che tutti gli occupanti della cabina hanno fatto il test e sono risultati negativi. Hanno, così, la garanzia che si tratta di voli Covid-tested e dunque Covid-free. In questo modo viene fornita un’ulteriore barriera di sicurezza. Si tratta di un servizio molto apprezzato dai passeggeri perché il test è rapido e poco invasivo. All’aeroporto di Fiumicino, dallo scorso 16 di agosto, facciamo questi test in collaborazione con lo Spallanzani e la Regione Lazio sui passeggeri in arrivo dai paesi sottoposti a ordinanza sanitaria. Abbiamo un libro di 100 pagine pieno di commenti positivi, commenti di apprezzamento e attestati di stima per il personale sanitario che sa fornendo questo servizio presso il nostro aeroporto. Siamo convinti e fiduciosi che questo apprezzamento si trasferirà sui passeggeri che partiranno testati. Questo è un modello che può avere un grande potenziale per essere applicato sui flussi intercontinentali, internazionali di lungo raggio, che attualmente sono completamente fermi”.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

ADR, Bassato: “Test Covid-19 prima di salire sull’aereo. A...