Adidas, chiusura negozi pesa su conti 2020. Previsto rimbalzo nel 2021

(Teleborsa) – Adidas ha chiuso il 2020 con un crollo dei profitti del 78%, ma prevede un forte rimbalzo nel 2021. Il gruppo di abbigliamento sportivo tedesco, che intende vendere la controllata americana in difficoltà Reebok, ha registrato utile netto a 432 milioni di euro lo scorso anno, da 1,97 miliardi di euro nel 2019.

Le vendite sono diminuite del 16% a 19,8 miliardi di euro. Tuttavia, ha sottolineato il marchio, le vendite sono riprese nella maggior parte del mondo nel quarto trimestre dell’anno. L’eccezione è stata l’Europa, dove circa la metà dei negozi della società erano ancora chiusi a fine 2020.

“La nostra attività ha continuato a riprendersi verso la fine dell’anno e siamo tornati a crescere nel quarto trimestre – ha detto il CEO Kasper Rorsted – L’e-commerce si è distinto durante tutto l’anno poiché nel 2020 abbiamo aumentato i ricavi nel segmento del 53%, fino a superare i 4 miliardi di euro. Siamo fiduciosi per il 2021″.

Per l’anno in corso Adidas prevede un aumento delle vendite del 15-20%, trainati dalla crescita in Cina, nell’area Asia-Pacifico e America Latina. L’utile netto stimato è compreso tra 1,25 e 1,45 miliardi di euro. Il gruppo ha inoltre proposto di pagare agli azionisti un dividendo di tre euro per azione.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Adidas, chiusura negozi pesa su conti 2020. Previsto rimbalzo nel 2021