Ad Eni Descalzi a Rimini: Italia ponte, ricuce Mediterraneo, Africa e Nord Europa

(Teleborsa) – “Dal Governo e dal Parlamento italiani c’è stata un’azione di grande sensibilità verso l’Africa. Proprio perché il nostro Paese è un ponte che ricuce Mediterraneo e Africa e il Nord Europa. Ricuce dal punto di vista dell’energia, dello sviluppo, degli investimenti”. Lo ha detto a Rimini l’Amministratore delegato di Eni, Claudio Descalzi, dove è intervenuto al XXXVII Meeting per l’Amicizia tra i Popoli.

“L’Italia – ha spiegato Descalzi – si è dimostrata estremamente sensibile sia a livello di cooperazione, sia di sviluppo, sia di presenza. Sono stati visitati moltissimi Paesi africani, dal Presidente del Consiglio e dal Ministro Calenda, oltre che da molti rappresentanti di Camera e Senato. E’ un fattore positivo che stiamo vivendo e che dovremmo vivere sempre più in futuro”.

Per quanto riguarda la situazione in Libia dove appunto l’Eni ha forti interessi petroliferi tra instabilità politica e rischio di attacchi terroristici, nonostante l’arretramento dell’Isis da Sirte, Descalzi ha detto: “Il popolo libico vuole essere unito e per questo dobbiamo essere sicuri che tutti gli Stati internazionali stiano facendo del loro meglio. La preoccupazione è forse più per le cose che succedono o che non succedono al di fuori della Libia, più che per quello che succede dentro la Libia. Il popolo libico vuole essere unito, sta combattendo per essere di nuovo un popolo unito in un paese unito. Dobbiamo essere sicuri che tutti gli Stati internazionali stiano facendo del loro meglio per mantenere una Libia unita e questa è la sfida futura”.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Ad Eni Descalzi a Rimini: Italia ponte, ricuce Mediterraneo, Africa e ...