ACRI, più utili per le fondazioni nel 2017

(Teleborsa) – Al via i lavori del XXIV Congresso Nazionale delle Fondazioni di Origine Bancaria e delle Casse di Risparmio Spa, organizzato da Acri, l’associazione che rappresenta entrambe queste due importanti realtà del sistema sociale ed economico italiano: le prime soggetti non profit a vocazione filantropica, le altre banche con forte radicamento territoriale.

Il dato più significativo relativo a 75 Fondazioni associate rappresentative di oltre il 96% dell’aggregato patrimoniale del sistema, formato da 88 Fondazioni, è il notevole aumento dell’avanzo netto di gestione, che è pari a circa un miliardo e mezzo di euro, con una crescita superiore all’80% sul risultato 2016, prendendo a riferimento lo stesso campione.

Una buona parte delle entrate finisce in tasse: il carico fiscale (imposte dirette, sui proventi percepiti, e indirette, come Irap e Imu) è cresciuto del 31%, passando dai 354,6 milioni di euro del 2016 a ben 466 milioni nel 2017 per il campione considerato (di cui 266 per imposte sostitutive sui redditi degli investimenti finanziari, 174 milioni a titolo di Ires, 4 milioni per l’Imu, 3 milioni per l’Irap).

Non seguono la ripresa degli utili le erogazioni, più o meno in linea con lo scorso anno (-0,6%) a 908,1 milioni di euro. Il disallineamento tra l’andamento delle erogazioni e la forte crescita dell’avanzo di gestione ha sostanzialmente due ragioni. In primo luogo la decisione di molte Fondazioni di ricostituire i fondi erogativi utilizzati negli anni precedenti, che sono stati caratterizzati da una generale flessione dei ricavi. In secondo luogo la prassi di stabilire le risorse per le erogazioni in base alle disponibilità conseguite nell’esercizio precedente. Questo fa sì che i maggiori avanzi del 2017 dovrebbero esplicare il loro effetto nell’esercizio 2018.

In merito agli altri parametri rilevati, l’accantonamento di legge al Volontariato è stato di 37,6 milioni di euro (+71,4%); l’accantonamento al Fondo Iniziative Comuni coordinate da Acri è pari a 2,8 milioni di euro (+62%).

ACRI, più utili per le fondazioni nel 2017