Acquisti a mani basse su Xilinx

(Teleborsa) – Prepotente rialzo per il produttore di chip americano, che mostra una salita del 9,82% all’indomani della conference call sui risultati del 3° trimestre fiscale 2016.

Il confronto del titolo con il Nasdaq 100, su base settimanale, mostra la maggiore forza relativa di Xilinx rispetto all’indice, evidenziando la concreta appetibilità del titolo da parte dei compratori.

Lo status tecnico di medio periodo del gruppo attivo nei semiconduttori ribadisce la trendline negativa. Tuttavia, analizzando il grafico a breve termine, si evidenzia un andamento meno intenso della linea ribassista che potrebbe favorire uno sviluppo positivo della curva verso l’area di resistenza individuata a quota 47,97 dollari USA. Eventuali spunti rialzisti supportano l’obiettivo del top a 49,64, mentre il primo supporto è stimato a 46,3.

Le indicazioni sono da considerarsi meri strumenti di informazione, e non intendono in alcun modo costituire consulenza finanziaria, sollecitazione al pubblico risparmio o promuovere alcuna forma di investimento.
(A cura dell’Ufficio Studi Teleborsa)

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Acquisti a mani basse su Xilinx