ABI, Torriero: “l’Euro digitale è il futuro della nostra economia”

(Teleborsa) – “Il ruolo del settore bancario dimostra l’importanza di contemperare le diverse esigenze, dal punto di vista economico, sociale e degli altri aspetti, proprio per avere un superamento delle diseguaglianze. Perché le diseguaglianze sono le più disparate e si modificano nel tempo”. Inizia così l’intervento di Gianfranco Torriero, vice direttore generale dell’ABI, rilasciato in esclusiva all’Osservatorio Economico e Sociale Riparte l’Italia, in occasione del webinar online, dal titolo “Superamento delle diseguaglianze e inclusione sociale”. L’evento, moderato dal presidente comitato di indirizzo Riparte l’Italia, Luigi Balestra, ha visto tra gli ospiti anche Raffaella Pannuti, presidente ANT, e Francesco Profumo, presidente dell’ACRI. Conclude il webinar, Gianni Letta, già sottosegretario alla Presidenza del Consiglio.

Temi come il superamento delle diseguaglianze e dell’inclusione sociale, accanto a sostenibilità e digitalizzazione, hanno certamente guadagnato rilevanza, meritando di entrare nella lista delle priorità per la ripresa post-covid. In merito alle risorse messe in campo dal PNRR, Torrieri sostiene sarà indispensabile non solo investire con attenzione, ma soprattutto utilizzare tutti gli strumenti a disposizione.


“Bisogna attivare una serie di strumenti, che oltretutto già sono presenti: pensiamo ai fondi di garanzia, alla legge Sabatini per incentivare gli investimenti. Bisogna creare le condizioni di un pieno utilizzo di ciò che è già presente e che funziona: bisogna fare anche la mappatura delle cose che funzionano nel nostro Paese e incentivare queste misure – ha spiegato Torriero – Uno strumento fondamentale è quello di creare incentivi ai comportamenti, perché un tema fondamentale è anche quello culturale. I comportamenti si modificano in termini positivi solamente nel momento in cui si incentivano”.

Nella prospettiva della transizione ambientale e delle opportunità di innovazione, Gianfranco Torriero ha sostenuto che “si ha un arco temporale predefinito, si hanno le linee di azione, le azioni trasversali sulla digitalizzazione, sulla trasformazione, sull’evoluzione e l’attenzione all’ambiente, che è un passaggio fondamentale. Si devono creare le condizioni per traghettare il maggior numero di cittadini italiani e imprese italiane, verso un nuovo punto”. “Ci deve un’attenzione particolare perché tutti questi elementi sono delle opportunità. La transizione ecologica è un’opportunità, non può essere vista come un rischio”, ha aggiunto il vice direttore generale dell’ABI.

In conclusione, Torriero ha affermato che “la pandemia ha accelerato alcune modifiche dei comportamenti, ma anche una maggiore coesione a livello europeo, che è stata una precondizione per poter superare poi il tutto. Ho l’impressione che noi dobbiamo sempre più ragionare in un’ottica di prosperità. Dobbiamo creare le condizioni per poter ragionare in un’evoluzione positiva dell’economia, della società, a livello nazionale ed europeo oltre che globale”.

(Foto: © iloveotto/123RF)

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

ABI, Torriero: “l’Euro digitale è il futuro della nostra econ...