AAA, cercasi disperatamente postazioni per il concorso a cattedra

(Teleborsa) – Mancano poche settimane dalla prima prova del concorso a cattedre previsto dalla riforma della scuola, ma il Ministero dell’Istruzione non ha ancora verificato la disponibilità delle aule informatiche dove si dovrebbero svolgere le prove scritte della selezione.

Secondo voci di stampa, il Dicastero di Viale Trastevere, in considerazione dell’elevato numero di candidati attesi, almeno 200 mila, sta procedendo ad una sensibilizzazione delle scuole per reperire un numero maggiore di postazioni disponibili per garantire il corretto espletamento della procedura, ricordando che nell’aula informatica dovrà essere presente almeno una postazione collegata ad internet, ad uso della commissione.

Tutto ciò lascia perplessi i sindacati, dal momento che il Ministro dell’Istruzione Stefania Giannini ha dichiarato che le prove scritte nelle aule informatiche si svolgeranno già nel prossimo mese di marzo.

“La verità è che al Ministero non hanno, ad oggi, ancora cognizione di quali sedi ospiteranno le prove d’esame del concorso a cattedre” rileva il presidente nazionale Anief Marcello Pacifico, che punta il dito anche sul fatto che la “scuola digitale” è lungi dall’essere realizzata.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

AAA, cercasi disperatamente postazioni per il concorso a cattedra