A Wall Street prevalgono gli acquisti

(Teleborsa) – Wall Street avvia le contrattazioni in rialzo, grazie all’ottimismo degli operatori sulla ripresa economica, alimentato dalla convinzione che il peggio sia ormai alle spalle e che vi siano poche chance di una seconda ondata di contagio. In agenda oggi solo l’indice Fed di Richmond, mentre già si guarda domani al dato definitivo del PIL.

Il contratto sul Dow Jones guadagna l’1,49% a 25.374 punti, mentre quello sullo S&P 500 sale dell’1,15% a 3.028 punti ed il Nasdaq dello 0,224% a 9.429 punti.

A New York, il Dow Jones avvia la giornata con un aumento dell’1,14%, a 25.280,55 punti; sulla stessa linea lo S&P-500 fa un piccolo salto in avanti dello 0,59% a 3.009,52 punti. In lieve ribasso il Nasdaq 100 (-0,6%); in frazionale progresso lo S&P 100 (+0,31%).

In buona evidenza nell’S&P 500 i comparti finanziario (+3,92%), beni industriali (+2,66%) e utilities (+1,55%). Tra i più negativi della lista dell’S&P 500, troviamo i comparti informatica (-0,59%) e sanitario (-0,42%).

Tra le migliori Blue Chip del Dow Jones, JP Morgan (+5,49%), Raytheon Technologies (+4,55%), American Express (+4,15%) e Caterpillar (+3,60%).

Fra i peggiori Microsoft, che cede l’1,50%.

Scivola Merck & Co, con un netto svantaggio dell’1,35%.

In rosso Visa, che evidenzia un deciso ribasso dell’1,24%.

Tentenna Johnson & Johnson, che cede lo 0,65%.

Sul podio dei titoli del Nasdaq, American Airlines (+7,45%), Mattel (+5,53%), Discovery (+5,10%) e Sirius XM Radio (+4,93%).

Giù Moderna, che segna un -11,89%.

Affonda Nvidia, con un ribasso del 3,87%.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

A Wall Street prevalgono gli acquisti