A tavola l’inflazione la fa da padrona

(Teleborsa) – I banchetti diventano sempre più cari, anche quelli nelle nostre case. I prezzi al consumo dei prodotti alimentari e delle bevande alcoliche nel 2015 sono cresciuti quattordici volte in più della media dell’inflazione, che è stata pari allo 0,1%. E’ quanto emerge da una analisi della Coldiretti sui dati Istat di dicembre, nella quale viene posto l’accento sulle distorsioni che ancora esistono nel passaggio dei prodotti dal campo alla tavola, con i prezzi che aumentano in media più di cinque volte.

Nella media del 2015, la crescita dei prezzi dei Beni alimentari (incluse bevande alcoliche) – che era nulla nel 2014 – è salita all’1,4% per una inversione della tendenza dei prezzi degli alimentari non lavorati (+1,9%, da -0,7% dell’anno precedente) come i vegetali freschi che crescono addirittura del 6,1% a dicembre rispetto allo scorso anno, ma anche per l’accelerazione della crescita dei prezzi degli alimentari lavorati (incluse bevande alcoliche) e tabacchi (+1,0%, era +0,5% nel 2014).

Nonostante l’aumento dei prezzi, nel 2015 la spesa delle famiglie italiane in alimenti e bevande ha invertito la rotta, tornando ad aumentare dopo sette anni di riduzione consecutiva, con una stima dello 0,3 per cento di crescita cumulata nei dodici mesi, secondo le elaborazioni Coldiretti sulla base delle previsioni Ismea-Nielsen. Un andamento destinato a consolidarsi nel 2016.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

A tavola l’inflazione la fa da padrona