A Piazza Affari si scatenano gli acquisti molto più che in Europa

(Teleborsa) – Giornata positiva per l’eurozona ma, in particolar modo, per la Borsa milanese che in questa settimana splende sui principali listini europei.
Nel dettaglio le sedute più flemmatiche sono state Francoforte, che riflette un moderato aumento dello 0,37%, e Parigi, che mostra un progresso dello 0,35% ,mentre è ben comprata Londra, con un forte rialzo dello 0,81%. Spread tra BTP e Bund tedeschi in leggero calo a 266 punti. Sostanzialmente rimane stabile lo S&P-500 sulla piazza americana, con una variazione percentuale pari a +0,19%.
Debole l’Euro / Dollaro USA, che scambia con una inflessione dello 0,39%. l’oro, subisce poche variazioni e continua la sessione sui livelli della vigilia a quota 1.312,8 dollari l’oncia. Forte rialzo per il petrolio (Light Sweet Crude Oil), che mette a segno un guadagno dell‘1,92%.

Al termine della seduta di Piazza Affari, il controvalore degli scambi è stato pari a 2,01 miliardi di euro, in rialzo del 6,23% rispetto ai precedenti 1,89 miliardi. I contratti si sono attestati alla cifra di 218.841, rispetto ai precedenti 202.371 e i volumi scambiati sono passati da 0,65 miliardi di azioni della seduta precedente agli odierni 0,64 miliardi.
Milano chiude quindi in zona rialzo, con il FTSE MIB che avanza a 19.990 punti, consolidando la serie di tre rialzi consecutivi, avviata lunedì scorso. Sulla stessa linea poi , il FTSE Italia All-Share guadagna lo 0,83% rispetto alla seduta precedente, chiudendo a 21.953 punti. In moderato rialzo il FTSE Italia Mid Cap (+0,38%) ed infine si blocca sulla parità il FTSE Italia Star (+0,05%).

Su 221 titoli trattati a Piazza Affari, rialzi sono stati 135, 64 hanno terminato la seduta con una flessione e piatte le rimanenti 22 azioni.

In buona evidenza a Milano i comparti materie prime (+2,84%), servizi finanziari (+2,09%) e telecomunicazioni (+1,44%).

Tra le migliori azioni italiane a grande capitalizzazione, svetta Fineco che segna un importante progresso del 4,94%, seguita in volo da Azimut, con una marcata risalita del 4,17% e Banca Generali, che incrementa di un 4,1%.

Ottima anche la performance per Prysmian, che registra un progresso del 3,55%.

Le più forti vendite, invece, si sono abbattute su UBI Banca, che ha terminato le contrattazioni a -1,03% e BPER, che segna subito un calo dello 0,73%.

In cima alla classifica dei titoli a media capitalizzazione di Milano, OVS (+5,96%), Banca MPS (+3,58%), Anima Holding (+2,75%) e IMA (+2,54%). Le peggiori performance, invece, si sono registrate su Banca Ifis, che ha chiuso a -4,83%.

A Piazza Affari si scatenano gli acquisti molto più che in Europ...