A Piazza Affari prevalgono le vendite. Pesano i bancari

(Teleborsa) – Piazza Affari avvia la seduta in retromarcia insieme altri principali listini europei. Scarna l’agenda macro, nel giorno in cui la Bank of Japan ha lasciato losatus quosui tassi d’interesse.

L’Euro / Dollaro USA continua la seduta sui livelli della vigilia, riportando una variazione pari a -0,01%. L’Oro continua la seduta poco sotto la parità, con un calo dello 0,21%. Il Petrolio (Light Sweet Crude Oil) è sostanzialmente stabile su 58,09 dollari per barile.

Sui livelli della vigilia lo spread, che si mantiene a 153 punti base, con il rendimento del BTP decennale che si posiziona all’1,94%.

Nello scenario borsistico europeo fiacca Francoforte, che mostra un piccolo decremento dello 0,39%, sostanzialmente invariato Londra, che riporta un misero -0,04%, e discesa modesta per Parigi, che cede un piccolo -0,49%.

Si muove in frazionale ribasso Piazza Affari, con il FTSE MIB che sta lasciando sul parterre lo 0,47%. Sulla stessa linea, cede alle vendite il FTSE Italia All-Share, che retrocede dello 0,47%.

Tra i best performers di Milano, in evidenza Buzzi Unicem (+1,96%), Moncler (-0,16%), Fiat Chrysler (+0,26%).

Le più forti vendite, invece, si manifestano su Banca Generali che avvia le contrattazioni a -1,85%.

In rosso BPER con un calo frazionale dell’1,45%.

In retromarcia UBI Banca, con un calo dell’1,36%.

Giornata fiacca per Italgas che segna un calo dell’1,06%.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

A Piazza Affari prevalgono le vendite. Pesano i bancari