A Piazza Affari prevale la cautela

(Teleborsa) – Si muove all’insegna degli acquisti la seduta finanziaria delle borse europee, con Piazza Affari che scambia poco sopra la linea di parità. Molti gli spunti dal fronte macro:, aumenta il tasso di disoccupazione in Francia, mentre i consumi si mostrano in ripresa nel Regno Unito e l’inflazione dell’Eurozona si conferma in rallentamento. Buone notizie per l’Italia che vede un miglioramento dei rapporti commerciali con l’estero.

Sostanzialmente stabile l’Euro / Dollaro USA, che continua la sessione sui livelli della vigilia e si ferma a 1,177. L’Oro continua la seduta sui livelli della vigilia, riportando una variazione pari a +0,1%. Seduta in frazionale ribasso per il petrolio (Light Sweet Crude Oil), che lascia, per ora, sul parterre lo 0,23%.

Tra le principali Borse europee Francoforte avanza dello 0,52%. Nulla di fatto per Londra che passa di mano sulla parità. In lieve rialzo Parigi che evidenzia un incremento dello 0,64%.

Nessuna variazione significativa per il listino milanese, con il FTSE MIB che sale dello 0,22%. Sulla stessa linea il FTSE Italia All-Share che si posiziona a 24.392 punti.

Tra le migliori Blue Chip di Piazza Affari, exploit di Mediaset, che mostra un rialzo del 2,23%.

Ben impostata Buzzi Unicem, che mostra un incremento del 2%.

Balzo di Ferragamo che evidenzia un bel vantaggio del 2,15%.

Ben comprata Fiat Chrysler, che segna un rialzo dell’1,98%. Stamane sono state svelate le immatricolazioni auto Europa con FCA che ha mostrato un aumento dell’1,1% nel complesso dell’Unione Europea.

Rialzi per Prysmian che vanta un progresso dello 0,47%.

Buona la performance di Ferrari che registra una plusvalenza dello 0,54%.

Tra i peggiori, in calo il Banco BPM che scivola del 2,05%.

Si concentrano le vendite su BPER che soffre un calo del 2,39%. 

Seduta negativa per Leonardo, che chiude gli scambi con una perdita dell’1,99%.

Dimessa UBI Banca, che si adagia poco sotto i livelli della vigilia.

Al Top tra le azioni italiane a media capitalizzazione, Astaldi (+7,51%), IGD (+4,46%), Tamburi (+3,83%) e El.En (+3,38%), ERG (+1,52%) che ha annunciato l’acquisizione di Forvei e  Banca Ifis (+1,03%).

In calo Salini Impregilo che cede lo 0,94%. Il titolo non gioisce nonostante si sia aggiudicato un contratto negli States.

Banca Carige rimane sospesa in attesa di nota, dopo che è saltato il consorzio di garanzia per l’aumento di capitale.

A Piazza Affari prevale la cautela
A Piazza Affari prevale la cautela