A.Mittal, Sindacati bocciano Piano e proclamano sciopero

(Teleborsa) – Riesplode il caso dell’ex Ilva di Taranto, dopo che il gigante siderurgico indoeuropeo ArcelorMittal ha inviato nella serata di venerdì il nuovo piano industriale al Governo che prevede 3.300 esuberi già nel 2020 e il rinvio del rifacimento dell’Altoforno 5 (Afo5).

Una trasmissione “telematica”, effettuata direttamente dalla sede di Londra e in assenza di contatti tra le parti.

La multinazionale, avrebbe fatto presente che lo scenario, rispetto all’accordo di marzo, “è profondamente cambiato a causa del lockdown” con i Sindacati che hanno immediatamente parlato di “cifre inaccettabili” proclamando 24 ore di sciopero in tutti gli stabilimenti del Gruppo Arcelor Mittal Ex Ilva per domani, martedì 9 giugno, in concomitanza con l’incontro tra le segreterie nazionali e il Ministro dello sviluppo economico Stefano Patuanelli.

E’ quanto riporta una nota dei sindacati. “Le segreterie nazionali di Fim Fiom Uilm, insieme alle strutture territoriali ed alle Rsu del gruppo Arcelor ex Ilva – spiegano – ritengono inaccettabile il piano industriale presentato da Arcelor Mittal al Governo in data 05/06/2020, non ancora ufficializzato alle organizzazioni sindacali, contenente esuberi all’interno dei vari siti”.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

A.Mittal, Sindacati bocciano Piano e proclamano sciopero