2016, un fantascenario che potrebbe cogliere di sorpresa i mercati

(Teleborsa) – Mancano 15 giorni alla fine del 2015, un anno che è stato colto di sorpresa da più di un cigno nero di carattere geopolitico, come l’imponente flusso migratorio che ha spaccato letteralmente l’Europa e i brutali attacchi terroristici di Parigi e di altre parti del mondo.

Come sarà, da questo punto di vista il 2016?

Nell’anno che sta per arrivare, gli eventi imprevisti assumeranno un’importanza sempre più alta, come quello della Fed, ad esempio, che sta per porre fine ad un periodo, il più lungo della storia, ultra espansivo, con oneri finanziari ai minimi di sempre. I mercati finanziari che perderanno il cuscinetto che li ha fin qui messi al riparo dagli shock geopolitici, riusciranno ad assorbire la mossa della banca centrale americana senza scomporsi più di tanto?

E se Wall Stret continuasse a salire, cosa potrebbe scombinarne i piani? Magari l’Isis, che rivendica la distruzione di importanti oleodotti in Iraq e in Siria. Il mondo perderebbe subito 3,5 milioni di barili al giorno di esportazioni.

La scintilla potrebbe infiammare la regione ricca di petrolio del Delta del Niger, da tutt’altra parte del mondo, oppure potrebbe scoppiare un colpo di Stato in Venezuela, messo economicamente in ginocchio dai bassi prezzi del petrolio. Sempre il petrolio come driver dell’economia mondiale.

Le grosse scorte di greggio potrebbero per un po’ sostenere l’economia, ma alla fine i prezzi prenderanno il volo verso i 100 dollari al barile, disintegrando la capacità produttiva più bassa degli ultimi anni.

La Fed, in preda agli incubi, invertirà sicuramente la politica restrittiva sui tassi appena imbastita per evitare una nuova e più grave recessione globale ed ecco fatta la frittata.

Domanda, questo scenario è impossibile o può essere degno di considerazione da parte dei mercati?

Gli investitori, purtroppo, non possono ignorare tutto ciò, così come tutti gli altri scenari che nascondono sorprese dietro l’angolo del mondo.

2016, un fantascenario che potrebbe cogliere di sorpresa i mercat...