2015 Annus horribilis per la Russia: PIL in picchiata del 3,7%

(Teleborsa) – L’economia della Russia saluta il 2015 con un pesante segno meno.

L’agenzia di statistica nazionale Rosstat ha infatti certificato una caduta del PIL del 3,7% dopo il +0,7% strappato nel 2014.

Un risultato, questo, quanto mai atteso alla luce delle sanzioni imposte a Mosca dall’Occidente per il suo coinvolgimento nel conflitto ucraino, ma soprattutto del crollo delle quotazioni del petrolio.

Secondo il Ministro dell’Economia Alexey Ulyujayev, a fine anno le tendenze ribassiste sembrano aver lasciato il Paese. Tuttavia secondo gli analisti il PIL russo dovrebbe contrarsi ulteriormente nel 2016 a causa del mini greggio.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

2015 Annus horribilis per la Russia: PIL in picchiata del 3,7%