Vaccino obbligatorio e super Green pass: chi è d’accordo e chi no

Tra proposte per l'estensione della Certificazione verde (il cd. super Green pass) e la possibilità di rendere il vaccino obbligatorio per tutti

Mentre governo e autorità sanitarie sono allo studio di possibili misure per evitare nuove chiusure con l’avvio della stagione fredda, continuano a rincorrersi proposte e annunci relativi all’estensione della Certificazione verde (il cd. super Green pass) e la possibilità di rendere il vaccino obbligatorio per tutti.

Vaccino obbligatorio, chi è a favore e chi contro

Per evitare un ulteriore blocco delle attività, che potrebbe arrivare insieme alla quarta ondata, Forza Italia e Italia Viva si trovano oggi d’accordo sull’eventualità di rendere il vaccino Covid obbligatorio il prima possibile. Specie per andare incontro a determinati settori produttivi. Si è detta contraria, invece, la Lega di Matteo Salvini.

Dal Governo centrale, intanto, hanno più volte fatto intendere che questa è una proposta da considerare esclusa. È probabile, al contrario, che presto si ricorrerà al cd. super Green pass.

Come funziona il super Green pass per vaccinati

“Molto probabilmente a dicembre ci sarà una sorta di ‘Super Green pass’, che vuol dire non penalizzare i non vaccinati, ma premiare i vaccinati”, ha fatto sapere il ministro della Pubblica amministrazione, Renato Brunetta.

Ma come funzionerebbe la Certificazione verde Covid rafforzata? “Chi ha il vaccino o è guarito ha accesso a tutta la vita sociale, cinema, bar, tempo libero, pranzi, e quindi è una spinta alla vaccinazione – ha spiegato Brunetta -. Chi invece non ha il vaccino ma ha solo il Green pass legato al tampone subisce i vincoli del cromatismo, qualora si dovesse manifestare. In maniera tale che il ‘costo’ della chiusura ricade su chi ha fatto la scelta della non vaccinazione”. In pratica, come è già successo in altre parti d’Europa, si ricorrerebbe ad una sorta di lockdown per non vaccinati, con restrizioni più stringenti per chi non ha completato il ciclo vaccinale.

“Per alcune categorie, come sanitari, Rsa e vediamo quali altre, si dovrà essere obbligati ai richiami perché devono avere sempre gli anticorpi al livello più alto. Vedremo, tra una settimana o dieci giorni, se estendere l’obbligo anche ad altre categorie – ha concluso il ministro – penso ad esempio ai front office della p.a. che sono più a contatto con i cittadini. Il tutto per tenere aperto, e avere una crescita forte dell’economia”

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Vaccino obbligatorio e super Green pass: chi è d’accordo e chi ...