Vaccino Janssen, nuove controindicazioni per chi soffre di capillari

Vaccino Covid Janssen Johnson&Johnson, nuove controindicazioni per chi ha problemi di capillari: il comunicato EMA

L’EMA, con una nota pubblicata il 9 luglio 2021, si è espressa in merito al vaccino Covid Janssen Johnson&Johnson, sconsigliandone l’uso nelle persone con una storia di sindrome da perdita capillare. Il comitato per la sicurezza dell’EMA (PRAC) ha inoltre raccomandato di aggiungere alle informazioni sul prodotto (il cd. bugiardino) la sindrome da perdita capillare come nuovo effetto collaterale del vaccino, insieme a un avvertimento per sensibilizzare gli operatori sanitari e i pazienti su questo rischio.

Vaccino Janssen, i casi di perdita capillare

L’avvertimento dell’EMA fa seguito a 3 casi di sindrome da perdita capillare riscontrati in persone che avevano ricevuto il vaccino Janssen e che si sono verificati entro 2 giorni dalla vaccinazione. Una delle persone colpite aveva una storia di sindrome da perdita capillare e due di loro successivamente sono morte.

L’Agenzia Europea del Farmaco ha comunque sottolineato che si tratta di due morti a fronte di oltre 18 milioni di dosi somministrate in tutto il mondo (dati aggiornati al 21 giugno 2021), le possibilità che si verifichi questo effetto collaterale sono quindi molto basse. Tuttavia, gli operatori sanitari non dovranno più somministrare il vaccino Covid Janssen a chi già soffre di questa condizione, mentre ai pazienti che lo hanno già ricevuto è consigliato di rivolgersi subito ad un medito in caso di rapido gonfiore delle braccia e delle gambe o un improvviso aumento di peso nei giorni successivi alla vaccinazione. Questi sintomi sono spesso associati alla sensazione di svenimento (a causa della pressione bassa).

Vaccino Covid Johnson&Johnson: cos’è la perdita capillare e come si verifica

La sindrome da perdita capillare, verificatasi nei pazienti a cui è stata somministrato il vaccino Covid di Johnson&Johnson, è una condizione molto rara e grave che causa perdita di liquidi dai piccoli vasi sanguigni (capillari), con conseguente gonfiore principalmente alle braccia e alle gambe, bassa pressione sanguigna, ispessimento del sangue e bassi livelli ematici di albumina (un importante proteina).

Il PRAC, ha fatto sapere l’EMA, continuerà comunque a monitorare i casi della condizione e intraprenderà tutte le ulteriori azioni necessarie. Il Comitato ha anche chiesto a Janssen, la società che commercializza il vaccino, ulteriori chiarimenti e dati su un possibile meccanismo per lo sviluppo della sindrome da perdita capillare in seguito alla vaccinazione. Come accade per tutti gli altri vaccini, in attesa di ulteriori riscontri, l’Ente continuerà a monitorare la situazione.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Vaccino Janssen, nuove controindicazioni per chi soffre di capillari