Vaccino gratis ai turisti: dove si può fare e come funziona

Vaccino ai turisti e ai viaggiatori in visita: Stati e Paesi dove è possibile immunizzarsi contro il Covid

Mentre milioni di persone in Italia, così come nel resto del mondo, aspettano ancora di ricevere la loro prima dose del vaccino anti Covid, in diversi Paesi si sta facendo sempre più strada quello che potremmo definire “turismo sanitario”, che permette a turisti e viaggiatori di recarsi in un altro Stato dove il vaccino viene offerto e assicurato alle persone in visita.

Molte località – per motivi che vanno dal rilancio dell’economia e del turismo alla protezione dei residenti – stanno offrendo la possibilità di vaccinarci contro il Coronavirus a chi arriva dall’estero e soggiorna all’interno del proprio territorio. L’elenco dei posti che promettono vaccini gratis ai turisti è oggi abbastanza ricco, ma pare sia destinato a crescere, tanto che c’è chi parla di “turismo vaccinale”, definendolo la principale tendenza di viaggio nel 2021.

Vaccino gratis ai turisti, così si anticipano i tempi di attesa del proprio Paese di residenza

Sono diversi i Paesi dove è oggi possibile spostarsi per turismo, molti dei quali hanno già allentato le restrizioni di viaggio per i turisti che si sono vaccinati e/o per quelli che accettano di sottoporsi ad un tampone (da cui esito negativo dipende l’autorizzazione stessa a viaggiare).

In alcuni casi il viaggiatore può decidere (oppure, a seconda della destinazione, è obbligato) di sottoscrivere un’assicurazione sanitaria che copra le spese mediche in caso di infezione da Covid. In altri, è lo Stato stesso che si fa carico della sua protezione, offrendogli la possibilità di ricevere il vaccino, anticipando i tempi di attesa del proprio Paese di residenza.

Vaccino gratis ai turisti: i Paesi dove si può fare e come funziona

Il sito di viaggi Travel Off Path ha stilato un elenco, aggiornato costantemente, dei Paesi che offrono il vaccino Covid gratis ai turisti. Vediamo nel dettaglio quali sono e le regole vigenti.

  • Barbados: il governo ha annunciato che intende offrire la possibilità di vaccinarsi contro il Covid ai visitatori a partire da maggio 2021. Per garantire una protezione diffusa, l’intenzione delle autorità è quella di accaparrarsi più dosi per le persone presenti sull’isola, siano essi cittadini o meno, entro la fine di aprile. Ciò significa che i visitatori, qualsiasi sia la loro età, alle Barbados potrebbero avere accesso al vaccino Covid-19 già a maggio. Sebbene al riguardo non siano stati forniti ulteriori dettagli, è possibile che il trattamento venga garantito – in forma prioritaria – ai viaggiatori che si trovano già alle Barbados da almeno un anno (anche se non residenti) e turisti che soggiornano o soggiorneranno lì per un periodo di tempo più o meno lungo;
  • Cuba: le autorità sanitarie e governative hanno promesso in questo caso vaccini gratis ai turisti che decideranno di soggiornare nel Paese, indipendentemente dal tempo di permanenza. Le dosi a loro riservate, però, saranno quelle del vaccino cubano Sovereign 02, al momento in fase di sperimentazione. Ultimati i test di Fase III, infatti, il trattamento sarà garantito liberamente a chiunque lo voglia ricevere. Essendo gli studi ancora in corso, però, Cuba non ha ancora annunciato da quando questo sarà possibile;
  • Dubai: qui è ai cd. nomadi digitali che il governo si è rivolto, garantendo loro l’accesso al vaccino anti Covid qualora decidano di spostarsi per vivere e lavorare all’interno del territorio per un periodo di tempo più o meno lungo. Dubai ha inizialmente lanciato il suo programma ad ottobre, invitando i professionisti stranieri a trasferirsi nel Paese, pur continuando a lavorare da remoto, per almeno un anno. In cambio, questi potranno contare su “un’ottima qualità della vita e una serie di attrazioni, con misure di sicurezza e igiene di prim’ordine”, si legge sul sito web di Visit Dubai. Da gennaio, tra i vantaggi offerti ai visitatori di lungo termine, anche l’accesso alla vaccinazione. Basta un visto turistico e fare domanda di trasferimento;
  • Mauritius: in questo caso il vaccino anti Covid sarà offerto a tutti i visitatori e ai turisti a lungo termine. I viaggiatori possono richiedere il “visto premium” che consentirà loro di rimanere fino a un anno. Ottenerlo non è difficile, basta dimostrare di avere in programma una permanenza di almeno 180 giorni all’interno del territorio, con in allegato le prove che dimostrino di aver già un alloggio per tutta la durata e lo scopo della visita. Il vaccino somministrato sarà quello Oxford/AstraZeneca prodotto dal Serum Institute of India.

Al momento, l’elenco conta solo queste località, ma la lista secondo gli esperti è destinata ad allungarsi.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Vaccino gratis ai turisti: dove si può fare e come funziona