Vaccino Covid, tre nuovi effetti collaterali dimostrano se funziona

I Centers for Disease Control and Prevention (CDC) hanno individuato tre nuovi effetti collaterali conseguenti alla somministrazione del vaccino Covid

Continua la compagna vaccinale contro il Coronavirus in tutto il mondo: a livello globale più di 280 milioni di vaccini sono state somministrate, mentre circa 60 milioni di persone hanno già ricevuto la seconda dose. Dalle testimonianze di chi si è sottoposto già al trattamento è stato confermato che, nella maggior parte dei casi, nei giorni seguenti alla iniezione il paziente manifesta tutta una serie di effetti collaterali simili ai sintomi tipici di una normale influenza. Alcuni di questi, però, sono più comuni di altri.

Vaccino Covid, individuati tre nuovi effetti collaterali

Qualche settimana fa i Centers for Disease Control and Prevention, organismi di controllo sulla sanità pubblica degli Stati Uniti d’America, hanno pubblicato un elenco degli effetti collaterali più comuni, che solitamente si manifestano dopo aver ricevuto il vaccino Covid, ovvero:

  • dolore (concentrato nel punto dove il paziente ha ricevuto l’iniezione);
  • gonfiore;
  • febbre;
  • brividi;
  • mal di testa;
  • stanchezza.

A seguito di nuove valutazioni e osservazioni dei pazienti, però, l’organizzazione ha aggiunto tre disturbi post vaccinazione, aggiornando l’elenco precedentemente stilato. Questi tre nuovi effetti collaterali includono eruzioni cutanee, dolori muscolari diffusi e nausea.

Gli effetti collaterali dimostrano che il vaccino Covid funziona

Sentirsi male dopo aver ricevuto le prime dosi del vaccino Covid, quindi, non deve allarmare chi lo riceve. Si tratta infatti di una reazione dell’organismo non solo del tutto normale (e annunciata), ma anche rincuorante per certi versi.

La manifestazione degli effetti collaterali conferma infatti che il vaccino ha fatto effetto, poiché si tratta di una risposta immunitaria dell’organismo che sta sviluppando anticorpi resistenti al Covid.

I disturbi post vaccinazione considerati effetti collaterali comuni vanno ovviamente distinti dalle possibili reazioni allergiche al vaccino Covid. I casi di anafilassi, infatti, necessitano di apposito trattamento.

Al contrario, febbre, dolori, brividi, mal di testa, stanchezza, gonfiore e ora nausea, dolori muscolari ed eruzioni cutanee, se si manifestano in forma lieve e non persistente confermano pertanto che il vaccino funziona. Dopo la prima dose, infatti, gli anticorpi compaiono tra i riceventi due settimane dopo e la protezione può considerarsi completa due settimane dopo la seconda iniezione: solo se gli effetti collaterali si protraggono per più giorni e/o peggiorano è necessario consultare il proprio medico.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Vaccino Covid, tre nuovi effetti collaterali dimostrano se funziona