Taiwan come l’Ucraina? La Cina ora fa paura: cosa succede

La guerra tra Russia e Ucraina potrebbero convincere la Cina continentale ad attaccare Taiwan, ma gli Usa entrerebbero subito nel conflitto

Il Ministero della Difesa di Taipei ha denunciato una nuova incursione di caccia militari. Questa volta 13 velivoli della Cina avrebbero superato la zona di difesa aerea di Taiwan. Si tratta della flotta più nutrita dall’inizio di quelle che Pechino ha dichiarato essere esercitazioni militari. E proprio mentre tra “le Due Cine” continua a esserci grande tensione, il blocco occidentale si dice preoccupato.

Perché i rapporti tra Cina e Usa sono tesi a causa di Taiwan e Ucraina

In particolare le autorità statunitensi hanno a più riprese ribadito il fastidio per il supporto che la Cina starebbe offrendo alla Russia. A margine del summit di Roma, però, il numero uno del Partito Comunista Yang Jiechi ha replicato parlando di “profonda preoccupazione” per la guerra in Ucraina e di “parole e azioni sbagliate” da parte degli Stati Uniti.

La tensione con Washington, però, è alimentata soprattutto dai tentativi “di condonare e sostenere le forze separatiste” di Taiwan da parte degli Stati Uniti. Il segretario cinese ha sottolineato che l’isola, da decenni amministrata da un governo autonomo non riconosciuto dalla comunità internazionale, è di pertinenza territoriale della Cina.

Durante il vertice in Italia tra Usa e Cina, di cui vi abbiamo parlato qui, Yang Jiechi avrebbe chiesto a Jake Sullivan, consigliere per la Sicurezza nazionale degli Usa, di “riconoscere l’elevata sensibilità della questione di Taiwan rispettando il principio della Unica Cina”.

Quali sono i rapporti tra Taiwan e Stati Uniti, ben diversi da quelli con l’Ucraina

La comunità internazionale sta già osservando con interesse l’evoluzione della situazione in Estremo Oriente. Taipei, storicamente vicina agli Stati Uniti, chiede da sempre o di essere riconosciuta come unica capitale della Cina o di ottenere l’indipendenza da Pechino.

Una escalation bellica tra Cina e Taiwan è improbabile secondo gli analisti. La Cina non è la Russia e Taiwan non è l’Ucraina. Ci sono importanti differenze tra l’isola nel Pacifico e il Paese guidato da Volodymyr Zelensky e bombardato da Vladimir Putin.

Anzitutto a livello diplomatico. Gli Usa erano molto vicini a Taipei durante l’isolamento della Cina continentale dal resto del mondo. Il Taiwan Relations Act del 1979 regola i rapporti tra le due nazioni, anche se è fonte di ambiguità riguardo un possibile intervento militare degli States in caso di guerra con la terraferma.

Dall’Isola di Formosa arrivano i semiconduttori necessari per produrre dispositivi tecnologici in tutto l’Occidente. Taiwan è il nono partner commerciale di Washington e un interlocutore di rilievo per tutte le altre potenze. Tanto che da più parti ci sono pressioni per convincere gli Usa a sciogliere la storica ambiguità e riconoscere e garantire protezione al piccolo stato del Pacifico.

Per non perderti le ultime notizie e ricevere i nostri migliori contenuti, iscriviti gratuitamente al canale Telegram di QuiFinanza: basta cliccare qui.

 

La Cina attaccherà Taiwan? Perché oggi si teme la guerra come in Ucraina

Pechino ha a più riprese dichiarato di voler risolvere il nodo per “riunificare” il Paese, con quella che invece a Taipei viene chiamata “annessione” all’altra Cina. Se Vladimir Putin dovesse rimanere impunito, la lenta via diplomatica potrebbe essere messa da parte per un molto più rapido intervento militare sul modello russo.

Ma in quel caso gli Usa potrebbero subito entrare in guerra. Il coinvolgimento della superpotenza che traina la Nato potrebbe velocemente far precipitare la situazione verso un conflitto mondiale, e dunque è improbabile che questo avvenga, almeno nell’immediato.

Non ci sono ancora le condizioni politiche in questo momento per un’invasione da parte della Cina, ma quello di Taiwan rimane un nodo particolarmente pressante tanto per il continente che per l’isola stessa, e il suo scioglimento, presto o tardi, potrebbe portare allo spargimento di sangue. Specie con un cambiamento repentino della situazione in Europa.

Vi abbiamo spiegato qui perché la Cina sostiene la Russia e quali sono gli altri Paesi che lo fanno e qui del nuovo accordo commerciale tra Mosca e Pechino per le forniture di gas.