Quanto guadagna Pfizer grazie al vaccino anti Covid e cosa cambia per le azioni

Pfizer ha reso note le nuove previsioni finanziarie, dalle quali emerge l'importanza del preparato contro il coronavirus nei ricavi dell'azienda

L’azienda farmaceutica Pfizer ha pubblicato il report finanziario per il secondo quarto del 2021, rendendo noto il fatturato del periodo in esame e modificando le previsioni per il resto dell’anno. Albert Bourla, presidente e amministratore delegato della società, ha sottolineato come i mesi di aprile, maggio e giugno siano stati eccezionali per via della pandemia.

In particolare la velocità e l’efficienza degli sforzi per la produzione del vaccino anti Covid, in collaborazione con BioNTech, hanno permesso di spedire in tutto il mondo oltre un miliardo di dosi del vaccino Comirnaty.

Il numero uno ha tuttavia spiegato che anche senza il preparato contro il Sars-Cov-2 l’azienda di Big Pharma ha rilevato un aumento dei ricavi operativi del 10%. Le previsioni parlano di una crescita del 6% all’anno fino al 2025. Ma quanto ha guadagnato Pfizer grazie al vaccino anti Covid?

Quanto guadagna Pfizer grazie al vaccino anti Covid: utile netto di 5,5 miliardi di dollari

Nel secondo quarto del 2021 Pfizer ha registrato un utile netto di oltre 5,5 miliardi di dollari, quasi il 60% in più del secondo quarto del 2020. I vaccini, a differenza degli scorsi anni, sono stati la classe di medicinali più venduti dall’azienda farmaceutica, con ricavi di poco superiori ai 9 miliardi di dollari, quasi la metà di quelli totali, 18,9 miliardi.

La società prevede inoltre un aumento di utile per azione diluito compreso tra 3,95 dollari e 4,05 dollari, mentre nel report precedente veniva indicata una cifra compresa tra 3,55 e 3,65 dollari.

Quanto guadagna Pfizer grazie al vaccino anti Covid: la previsione per il 2021

Con i contratti firmati fino alla metà di luglio 2021, Pfizer dovrebbe consegnare altri 2 miliardi e 100 milioni di dosi di Comirnaty, fatturando circa 33 miliardi e mezzo di dollari. Si tratta di una previsione più rosea rispetto alla precedente, di circa 26 milardi di dollari. L’indicazione potrebbe crescere ulteriormente con altri contratti.

Entro la fine di dicembre 2021 Pfizer prevedere di fabbricare in totale fino a 3 miliardi di dosi, anche grazie a continui processi di miglioramento ed espansione degli stabilimenti esistenti e nuovi accordi con fornitori e produttori.

Quanto guadagna Pfizer grazie al vaccino anti Covid: quanto costa una dose all’Ue

Attualmente una singola dose di vaccino Pfizer sarebbe venduta all’Europa a 12 euro, anche se fonti diverse da quelle istituzionali, come il quotidiano spagnolo La Vanguardia, indicherebbe cifre superiori, fino a 17 euro. L’ex primo ministro bulgaro Bojko Borisov ha invece lanciato l’allarme sulle forniture che arriveranno a partire dal prossimo anno.

Secondo il politico, infatti, i 900 milioni di dosi che arriveranno ai Paesi membri nel 2022 saranno acquisatte dalla Commissione Europea al costo di 19,50 euro. Il cambio del prezzo dopo i negoziati potrebbe aver influito sulle previsioni dell’azienda.

Un aumento giustificato anche dall’importanza del preparato per la lotta alla variante Delta. Nel mentre continua la discussione sulla possibilità che venga prevista una terza dose.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Quanto guadagna Pfizer grazie al vaccino anti Covid e cosa cambia per ...