A Natale clamoroso crollo per due leader, boom di un partito

Chi scende e chi sale nelle rilevazioni sui sondaggi politici della supermedia Youtrend/Agi, l'ultima del 2022

Ultimi sondaggi politici del 2022. La supermedia Youtrend/Agi di fine anno conferma la scalata continua del partito guidato dalla premier Giorgia Meloni e attestano la caduta senza freni di altre due forze legate ai destini dei suoi leader, una di maggioranza e una di opposizione. La rilevazione prende come sempre in esame oltre 20 sondaggi pubblicati nelle ultime due settimane da ben 12 istituti, facendo una stima su chi vincerebbe le elezioni se si votasse oggi.

Sondaggi politici: chi scende e chi sale

In fondo alla classifica dei consensi troviamo Noi Moderati di Maurizio Lupi, Giovanni Toti e Luigi Brugnaro, in crescita rispetto alle ultime rilevazioni dall’1,1% all’1,3% (+0,2).

Poco più in alto troviamo Unione popolare di Luigi De Magistris, ex sindaco di Napoli, che fa registrare una variazione negativa del -0,1 attestandosi all’1,7%.

Tra i partiti in crescita, seppure leggera, in quest’ultima tornata di sondaggi rientra Italexit, il partito di Gianluigi Paragone, che non è riuscito a superare la tagliola della soglia di sbarramento ma che nelle ultime due settimane è passato dal 2,1% al 2,2% (+0,1).

Altra forza politica rimasta fuori dal Parlamento è +Europa della leader Emma Bonino, che fa registrare una lieve flessione scendendo al 2,4% (-0,1).

Più su l’alleanza di Sinistra Italiana e i Verdi creata dai rispettivi leader Nicola Fratoianni e Angelo Bonelli, anche loro in calo dal 3,6% al 3,5% (-0,1).

Molto più deciso il declino di Forza Italia di Silvio Berlusconi, che dopo l’impennata di consensi al voto di settembre, si attesta al 6,4%, con un’ulteriore discesa dello 0,5 (qui avevamo riportato il primo sondaggio dopo il voto che faceva registrare il crollo del partito di centrodestra).

Torna a crescere il Terzo Polo, composto da Italia viva di Matteo Renzi e Azione di Carlo Calenda, al 7,9% (+0,1) che ha definitivamente staccato il partito del Cavaliere e si avvicina sempre di più alla Lega.

Ai piedi del podio troviamo la Lega guidata da Matteo Salvini stabile all’8,8%.

In attesa del congresso, il tracollo più evidente lo registra il Partito democratico sotto la guida del segretario dimissionario Enrico Letta, che registra un tonfo del -0,8, dal 16,7% al 15,9%, ampliando il divario con gli ex alleati del M5S secondi in classifica (qui avevamo riportato il sondaggio politico di novembre che aveva fatto segnare i nuovi equilibri).

Solida la posizione del Movimento cinque stelle e del suo capo politico Giuseppe Conte, che dopo aver recuperato qualche punto di consenso dall’emorragia di voti rispetto alle elezioni del 2018, adesso è tornato a essere il secondo partito con il 17,2%.

Il primo partito rimane Fratelli d’Italia di Giorgia Meloni, che fa registrare un netto +1, scavallando quota 30% dal 29,6% di due settimane, per l’ennesimo avanzamento nei consensi.

Sondaggi politici: la classifica dei partiti e delle coalizioni

Di seguito la classifica delle liste presentate alle elezioni, per percentuale di consensi, con gli scostamenti rispetto alle rilevazioni delle due settimane precedenti, sulla base della supermedia Youtrend/Agi:

  1. FDI 30,6 (+1,0)
  2. M5S 17,2 (=)
  3. PD 15,9 (-0,8)
  4. Lega 8,8 (=)
  5. Terzo Polo 7,9 (+0,1)
  6. Forza Italia 6,4 (-0,5)
  7. Verdi/Sinistra 3,5 (-0,1)
  8. +Europa 2,4 (-0,1)
  9. Italexit 2,2 (+0,1)
  10. Unione Popolare 1,7 (-0,1)
  11. Noi Moderati 1,3 (+0,2)

Qui le percentuali e le variazioni rilevate nelle ultime due settimane sulle coalizioni che si sono presentate alle ultime elezioni, secondo la supermedia Youtrend/Agi. È interessante notare come è interessante rilevare come il centrodestra valga, da solo, più della somma di centrosinistra, M5S e Terzo Polo (47,1% contro 46,9%):

  1. Centrodestra 47,1 (+0,7)
  2. Centrosinistra 21,8 (-1,0)
  3. M5S 17,2 (=)
  4. Terzo Polo 7,9 (+0,1)
  5. Italexit 2,2 (+0,1)
  6. Altri 3,8 (+0,1)