Meloni o Draghi? Gli italiani scelgono il miglior premier

Un recente sondaggio Ipsos ha domandato agli italiani chi preferissero come premier tra la leader di FdI e Draghi: i risultati sorprendono

Giorgia Meloni o Mario Draghi, chi ha un posto speciale nel cuore degli elettori in Italia? Il cambio al timone a Palazzo Chigi è ormai in dirittura d’arrivo dopo il trionfo del centrodestra alle elezioni del 25 settembre che potrebbero consegnare alla storia la prima premier donna nel nostro Paese, e in tanti si chiedono se la leader di Fratelli d’Italia sarà all’altezza dell’incarico. Prendere il posto dell’ex guida della Bce non sarà di certo semplice, la poltrona scotta, ma gli italiani alle urne hanno deciso con forza e convinzione di puntare su di lei.

A poche settimane dopo il voto, però, gli italiani come vedono Meloni premier in confronto all’uscente Mario Draghi? È la domanda alla quale ha provato a rispondere uno degli ultimi sondaggi di Ipsos.

Meloni o Draghi? Risultato sorprendente

Nel corso dell’ultima puntata di DiMartedì andata in onda su La7 martedì 4 ottobre, è stato Nando Pagnoncelli a presentare l’ultimo sondaggio dell’ente che ha posto al campione intervistato una domanda semplice, ovvero chi fosse il preferito come presidente del Consiglio tra l’uscente Mario Draghi e l’attuale premier in pectore Giorgia Meloni. Il risultato, due settimane dopo il voto, ha sorpreso tutti.

Infatti dal sondaggio è emerso che tra la leader di Fratelli d’Italia e l’ex banchiere, in questo momento, il 48% degli italiani preferirebbe che alla guida del Paese rimanesse l’attuale premier. Giorgia Meloni, secondo i dati presentati da Ipsos, invece troverebbe l’apprezzamento del 31% degli intervistati. Il restante 21% del campione ha invece preferito non esprimersi per non sbilanciarsi su uno o l’altro premier.

Guardando al passato, però, Meloni può sorridere. In un altro ipotetico confronto col passato recente di Palazzo Chigi, infatti, la leader di Fratelli d’Italia batterebbe Giuseppe Conte, seppur con una percentuale risicata: 40% a 35% per Meloni, con il 25% degli intervistati che ha preferito non esprimersi (qui vi abbiamo parlato della proposta sul cambio Costituzione della Meloni). Inoltre, gli ultimi sondaggi politici Ipsos hanno posto agli italiani questa domanda: “Giorgia Meloni è adeguata a gestire la crisi economica, internazionale e militare che stiamo vivendo?”. In questo caso le opinioni degli intervistati si dividono: il 44% crede che non sia abbastanza adeguata, al contrario del 40% che invece pensa che lo sia. Il 16% non si esprime.

Meloni-Draghi, è tensione sul Pnnr

Intanto nell’attesa di ricevere le chiavi di Palazzo Chigi per mettersi alla guida del nuovo Governo, Giorgia Meloni non si tira indietro nel fare polemica con Mario Draghi. La leader di Fratelli d’Italia, infatti, ha puntato il dito contro il premier uscente per i ritardi sul Pnnr, col banchiere accusato di lasciare al nuovo esecutivo una situazione difficile.

“I ritardi del Pnrr sono evidenti e difficili da recuperare e siamo consapevoli che sarà una mancanza che non dipende da noi ma che a noi verrà attribuita anche da chi l’ha determinata” avrebbe detto Meloni nel suo intervento alla riunione dell’esecutivo nazionale del partito. Draghi, dal canto suo, si difende: “Non ci sono ritardi nell’attuazione del PNRR: se ce ne fossero, la Commissione non verserebbe i soldi”.

L’attuale premier ha infatti sottolineato che il Pnnr è un’occasione unica per il rilancio dell’Italia, per il superamento delle diseguaglianze territoriali, di genere e generazionali che gravano sul Paese (qui invece vi abbiamo parlato della tregua fiscale).