Ombre su Maria Elena Boschi: “aiutino” in Manovra al fidanzato Giulio Berruti?

Un emendamento alla Legge di Bilancio 2021 che sembrerebbe essere fatto apposta per il fidanzato di Maria Elena Boschi: cosa c'entra Giulio Berruti con la chirurgia estetica?

Ombre su Maria Elena Boschi per via di un emendamento alla Manovra 2021, presentato e poi ritirato, che sembrerebbe essere stato impacchettato su misura per il fidanzato, Giulio Berruti. A ricostruire la vicenda è stato il quotidiano Repubblica, che ha fatto luce su diversi punti che parrebbero confermare la tesi di un chiaro “aiutino” al compagno dell’ex ministra.

L’emendamento, poi ritirato, di Italia Viva

L’emendamento presentato alla Legge di Bilancio, che avrebbe impegnato ben 3 milioni di euro di fondi pubblici, è stato presentato da Luciano Nobili (Italia Viva), deputato molto vicino all’ex ministra secondo Repubblica. La misura in questione, che faceva parte di quelle accotonate della Legge di Bilancio e, quindi, con buone speranze di entrare in Manovra, aveva come obiettivo quello di estendere il raggio di azione dei medici odontoiatri, permettendo a questi ultimi di esercitare attività tipiche della medicina estetica.

Non solo, le risorse stanziate sarebbero servite a rendere questo “passaggio” più fluido, con il riconoscimento da parte delle Istituzioni di tale attività e il finanziamento – con soldi pubblici – di corsi di aggiornamento promossi dal Ministero della Salute. L’emendamento 85039 inserito all’articolo 85 bis, che permetterebbe ai dentisti come Berruti di lavorare sul piccolo lifting, stabiliva infatti che:

“Le attività di medicina estetica non invasiva o mini invasiva – si legge – al terzo superiore (ndr, fronte, occhi e palpebre), terzo medio (guance e zigomi) e terzo inferiore (mento, mandibola e parte inferiore delle guance) del viso è svolta anche dai medici odontoiatri […] A tal fine in via sperimentale è istituito apposito Fondo presso il Ministero della salute con dotazione pari a 3 milioni di euro per anno 2021 per organizzare corsi di aggiornamento in materia di trattamenti di medicina estetica di cui al primo periodo. Con decreto del Ministro della salute da adottarsi entro 30 giorni dalla data di entrata in vigore della presente legge sono definiti i criteri e le modalità di utilizzo del Fondo di cui al periodo precedente”.

E al secondo comma:

“Agli oneri derivanti dal presente articolo, pari a 3 milioni di euro per l’anno 2021, si provvede mediante corrispondente riduzione del Fondo di cui all’articolo 209 della presente legge

Ombre su Maria Elena Boschi e Giulio Berruti

Ma cosa c’entrano i ritocchi a labbra, naso e zigomi con Giulio Berruti? Ebbene, forse non tutti sanno che Berruti, oltre a fare l’attore, è anche un medico laureato in odontoiatria. Non è un mistero, però, che il volto noto del piccolo schermo pratichi anche interventi estetici. Basta dare un’occhiata al suo profilo Instagram per rendersene conto: foto di nasi ritoccati (con tanto di prima e dopo) e post dove lui stesso riporta a pagine di studi specializzati in estetica.

Stando a quanto riporta Repubblica, inoltre, lo stesso attore ha confermato di collaborare con tre studi tra un ciak e l’altro e, nei salotti dei Parioli il suo è un nome conosciutissimo, poiché considerato da tutti la nuova promessa della chirurgia estetica.

C’è un però, Giulio Berruti, pur essendo un medico, come risulta dall’Albo dei medici del Lazio, ha conseguito una laurea in Odontoiatria nel 2010 e si è poi specializzato nel 2015 in Ortognatodonzia (ramo che si occupa della correzione, sul piano estetico e funzionale, delle malformazioni dei mascellari e delle anomalie di posizione dei denti). A questo punto, la questione sollevata da Repubblica pare evidente: non è strano che, in piena pandemia, Italia Viva pensi a investire soldi pubblici in una misura che parrebbe tagliata apposta per riconoscere ed estendere il campo di azione di Berruti? Potrebbe essere una coincidenza, certo, tant’è che – come anticipato sopra – lo stesso Luciano Nobili (promotore della proposta) ha dichiarato di aver ritirato l’emendamento proprio per “evitare strumentalizzazioni” del genere. Intanto, però, la questione è stata aperta.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Ombre su Maria Elena Boschi: “aiutino” in Manovra al fidan...