Incredibile autogol del filosofo Fusaro: i dati danno ragione ai vaccini

Il saggista prende un granchio su Twitter, cercando di dimostrare l'esistenza di un complotto sui tamponi e finendo con il dare ragione a chi dice che è necessario vaccinarsi contro il Covid

Non ha funzionato l’ultima trovata social di Diego Fusaro. Il filosofo e saggista di Torino ha infatti pubblicato su Twitter un foglio con su scritti i dati dei tamponi eseguiti e delle positività al Covid rilevati il 21 dicembre 2021, confrontando i dati con lo stesso giorno del 2020. “Chiaro, no?”, ha commentato l’opinionista, che da sempre si è detto contrario alle limitazioni per fermare il contagio, a iniziare dalla mascherina e dal distanziamento sociale, fino ad arrivare ai vaccini e all’obbligo di esibire il Green pass per accedere ad alcune tipologie di attività.

Peccato che il tweet non sia sfuggito ai tanti commentatori del social, e anche alle testate più importanti, che hanno sottolineato come, in realtà, i dati riportati dal filosofo dimostrino l’efficacia dei preparati anti Covid, e comunque una percentuale di positivi molto più bassa rispetto all’ultimo periodo dello scorso anno, quando ancora i vaccini non erano disponibili.

Il saggista, fondatore del movimento sovranista e populista Vox Italia, contrario al liberismo, all’atlantismo e all’Unione Europea, poi confluito nel partito Ancora Italia per la Sovranità Democratica, è stato così preso di mira dal popolo del web e dai giornalisti, che hanno rimarcato il suo autogol.

L’autogol del filosofo Diego Fusaro: cosa ha scritto su Twitter

Diego Fusaro, nel pezzo di carta fotografato e pubblicato nel tweet incriminato ha scritto quanto segue.

  • 21 dicembre 2020: 87.889 tamponi, 10.872 positivi.
  • 21 dicembre 2021: 851.865 tamponi, 30.798 positivi.

Con dieci volte tanti tamponi quanto quelli fatti un anno fa, dunque, sono stati rilevati positivi in un numero tre volte superiore al 2020. Un risultato che dimostra dunque l’efficacia dei vaccini anti Covid e del rispetto delle misure di sicurezza, tra cui anche il Green pass, che equivale a uno screening di massa per i non vaccinati.

L’autogol del filosofo Diego Fusaro: cosa intendeva davvero

Diego Fusaro ha poi pubblicato un video su tutti i suoi canali social in cui attacca i giornali che hanno ripreso il suo post, senza però spiegare davvero il vero significato del suo post iniziale. Possibile ipotizzare che fosse un modo per confermare la sua teoria sul fatto che dietro i tamponi ci sia un business delle multinazionali del farmaco e addirittura delle farmacie.

Questi dati, secondo quanto sottolineato da alcuni seguaci del filosofo, dimostrerebbero infatti che nonostante un aumento esponenziale di tamponi eseguiti, la curva dei contagi non salirebbe in modo proporzionale. Un’osservazione decisamente poco scientifica, e che mostra tutt’al più l’inutilità di paragonare i dati di due anni diversi, in cui sono cambiate davvero troppe variabili, dalle misure di contenimento dei contagi, il Green pass e il tanto atteso arrivo dei vaccini anti Covid, oltre a una maggiore abilità degli ospedali di curare chi contrae la malattia in forma grave.

Per approfondire ancora di più il tema, qui quanti vaccini anti Covid sono stati somministrati in Italia in un anno di campagna vaccinale. Qua le nuove misure per Capodanno, molto diverse da quelle messe in pratica a fine 2020. E infine qui le nuove regole che riguardano le mascherine Ffp2, ora obbligatorie nei luoghi chiusi e sui mezzi di trasporto.

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Incredibile autogol del filosofo Fusaro: i dati danno ragione ai vacci...