Green pass, cambia ancora il periodo di validità? La nuova proposta

La proposta arriva dal leader della Lega, Matteo Salvini, deciso ad estendere la validità del Green pass in caso di tamponi oltre le 48 ore

Green pass sì, Green pass no, Green pass esteso, forse sospeso. Si continua a parlare della certificazione verde Covid in Italia, ormai resa obbligatoria dal Governo Draghi per molti lavoratori e servizi (clicca qui per approfondire i casi di esenzione). A meno che non si intervenga nuovamente sulla questione, il Green pass è oggi rilasciato a seguito di vaccinazione, guarigione dal Covid o tampone. In quest’ultimo caso, se si tratta di un test antigenico rapido, l’esito negativo del test sarà valido per 48 ore, ma proprio su questo punto è stata avanzata una nuova proposta di modifica.

A farsi portavoce della richiesta è il leader della Lega Matteo Salvini, il quale ha suggerito di estendere la validità dei tamponi ammessi come Green pass.

Tamponi da 48 a 72 ore per il rilascio del Green pass: la proposta di Matteo Salvini

Secondo Salvini la validità dei tamponi rapidi deve arrivare da 48 a a 72 ore per “evitare il caos” con il Green pass obbligatorio nel lavoro, pubblico e privato. Una sorta di compromesso che, anche se non palesato esplicitamente, permetterebbe soprattutto ai contrari alla vaccinazione di potersi recare a lavoro e non essere sospesi sottoponendosi ad un test anti Covid ogni tre giorni invece che due (qui l’elenco delle strutture con i prezzi più bassi).

“Allungare la durata minima del Green Pass da 48 a 72 ore è possibile, anzi doveroso e previsto dall’Europa. Evitare caos, blocchi e licenziamenti il 15 ottobre è fondamentale”, ha ribadito il leader del Carroccio su Twitter.

Green pass, come ottenerlo

L’estensione di validità del tampone, finalizzato al rilascio del Green pass, al momento può essere considerata un’altra proposta destinata a rimanere inascoltata. Il Premier Mario Draghi, infatti, ha dimostrato in più occasioni di essere inflessibile sulle regole relative alla certificazione verde Covid.

L’obiettivo rimane quello di garantire massima sicurezza – bloccando eventuali picchi di contagi – e dare un’ulteriore spinta alla campagna vaccinale, che dovrebbe essere ormai al suo rush finale, nonostante le proteste dei cd. “no green pass” e “no vax”.

Per ottenere il Green pass, di conseguenza, le regole rimangono al momento le stesse, ovvero:

  • aver effettuato la prima dose o il vaccino monodose da 15 giorni;
  • aver completato il ciclo vaccinale;
  • aver fatto la dose aggiuntiva al primo ciclo di vaccinazione;
  • essere risultati negativi a un tampone molecolare nelle ultime 72 ore o antigenico rapido nelle 48 ore precedenti;
  • essere guariti da COVID-19 nei sei mesi precedenti.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Green pass, cambia ancora il periodo di validità? La nuova proposta