Conte 2 verso la fine? Crisi di governo e caduta i “primi giorni di gennaio”

Tra lotte interne al Governo e un leader che mira a far cadere Conte, l'esecutivo potrebbe finire all'inizio del 2021.

“L’esperienza del Conte bis per me è già archiviata. Se volete discutiamo del dopo“. Parole dure quelle di Matteo Renzi, che sta continuando a punzecchiare la maggioranza per innescare una crisi di governo.

A far tornare sul piede di guerra il fondatore di Italia Viva potrebbe essere stata l’intervista rilasciata a Porta A Porta dal premier, che ha dichiarato di non voler cedere la delega dei servizi. “Ne ha fatto un problema di partito. Battuta degna di un analfabeta istituzionale“, avrebbe commentato il politico fiorentino.

Crisi di governo: le mosse di Renzi per far cadere il Conte 2

Il primo passo per staccarsi dall’esecutivo è la mossa di Italia Viva sulle obiezioni al Recovery Plan di Palazzo Chigi, con un documento di 30 pagine che boccia “un collage di ovvietà senza visione, zeppo di ripetizioni e con paragrafi sbagliati”.

Poi un intervento in Senato da parte di Matteo Renzi, che voterà a favore della Finanziaria ma solo per evitare l’esercizio provvisorio.

La stoccata finale dovrebbe arrivare all’inizio del prossimo anno, nonostante i dubbi dei compagni di partito. “I primi giorni di gennaio mi farò carico del coraggio anche per Luigi Di Maio e Nicola Zingaretti”, avrebbe rivelato secondo alcune fonti di Palazzo Chigi il senatore, senza svelare però i dettagli di come intenderebbe far cadere il governo Conte bis.

Crisi di governo: lotte nella maggioranza, Renzi contro Franceschini

La crisi della maggioranza potrebbe far riemergere anche vecchie guerre intestine, a iniziare dal braccio di ferro tra Dario Franceschini e lo stesso Matteo Renzi.

Il primo continuerebbe a sostenere che “con Matteo è impossibile mettersi d’accordo”, mentre l’altro considererebbe “Dario una sorta di medico legale, che interviene solo all’ultimo momento per certificare i decessi politici”.

Perché Renzi vuole far cadere il governo Conte 2

A motivare la linea dura contro il Governo ci sarebbe il fatto che Giuseppe Conte vorrebbe trasformare lo Stato a propria immagine e somiglianza, con l’obiettivo di organizzarsi un partito personale per svuotare il Movimento 5 Stelle, dissanguare il Partito Democratico e annientare Italia Viva.

Governo: dopo la crisi potrebbe nascere il Conte 3

A fare le spese delle lotte tra i partiti e delle vecchie rivalità potrebbe essere proprio il Governo. Tuttavia tra i veti imposti dalle consultazioni e i precari equilibri parlamentari, Sergio Mattarella potrebbe appuntare di nuovo Giuseppe Conte per la formazione di un nuovo esecutivo.

“Può essere, anche se dare la fiducia a un Conte 3 mi costerebbe”, avrebbe confidato ancora Matteo Renzi a un ex collega del Pd. Il capo di Italia Viva tuttavia non avrebbe intenzione di fare passi indietro, con la volontà di accendere la scintilla che farà divampare le fiamme della crisi di governo. “Anche perché dovrei nascondermi su Marte se cambiassi idea”.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Conte 2 verso la fine? Crisi di governo e caduta i “primi giorni...