Germania, svolta per i vaccinati: cosa potranno fare dal prossimo weekend

In Germania si respira aria di normalità, almeno per i vaccinati: cosa cambierà per loro da sabato, anche se il Covid non è ancora stato sconfitto

La Germania ha deciso di allentare le restrizioni per i vaccinati. Si tratta di una decisione notevole, dopo oltre un anno di pandemia, che potrebbe inoltre aumentare le adesioni al piano vaccinale, in terra tedesca ma non solo. Ne ha parlato per prima la Bild, che ha preannunciato come l’allentamento delle misure per vaccinati e guariti dovrebbe scattare già dal prossimo weekend.

Germania, svolta per i vaccinati: cosa potranno fare dal prossimo weekend

La decisione è stata presa dai vertici dei partiti di governo, Cdu-Csu e Spd, concordi su tutta la linea. La notizia è stata confermata dal portavoce del governo, Steffen Seibert: l’ufficialità potrebbe arrivare formalmente mercoledì, in tempo per il prossimo weekend.

I vaccinati e i guariti, in Germania, potranno respirare aria di normalità. In sostanza potranno muoversi ed entrare in negozi e locali senza dover esibire alcun test. Non dovranno osservare la quarantena rientrando da viaggi all’estero e, molto probabilmente, potranno accedere ai ristoranti (che in Germania al momento sono ancora chiusi). E non dovranno più rispettare il coprifuoco.

Germania, il pass vaccinale anche in farmacia

La Germania veste i panni del Paese pioniere, allentando le misure restrittive. Ma non solo. Il ministro alla Sanità, Jens Spahn, sul tema dei viaggi all’estero ha spiegato che sarà il pass vaccinale a certificare lo status di chi rientra.

Di fatto, i vaccinati non dovranno più osservare un periodo di quarantena a meno che non provengano da zone in cui siano presenti varianti pericolose (come ad esempio l’India). Il governo permetterà alle farmacie, oltre agli studi medici di base, di rilasciare il pass vaccinale.

Si tratta di un altro tassello importante, visto la presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen, ha sottolineato l’opportunità di rilanciare il turismo, riaprendo ai viaggi anche non essenziali a livello mondiale. Bruxelles vorrebbe che i vari Paesi dell’Unione revochino le restrizioni sui viaggi turistici per le persone vaccinate da almeno 14 giorni prima del loro arrivo.

Le capitali potranno tuttavia richiedere un test negativo all’ingresso, ed eventualmente un periodo di quarantena. Ma l’obiettivo è dare il via libera al turismo indipendentemente dallo stato di vaccinazione individuale, consentendo l’ingresso da Paesi con una buona situazione epidemiologica. In Italia, per esempio, al momento è vietato rientrare se nelle due settimane precedenti si è stati in Brasile, India, Bangladesh e Sri Lanka.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Germania, svolta per i vaccinati: cosa potranno fare dal prossimo week...