Rischi per ecobonus e le altre misure anti-Covid: mancano i decreti attuativi

L'80% dei decreti attuativi è ancora da varare: misure anti-Covid al palo

È stato scritto tutto nero su bianco, numerosi decreti si sono susseguiti negli ultimi mesi e, tutti, sono stati finalizzati al raggiungimento di un obiettivo: superare la crisi scatenata dal Coronavirus. Ad oggi, però, molte delle misure anti-Covid sono al palo, mancano infatti i decreti attuativi, ovvero le disposizioni che rendono operative le norme del Governo.

Misure anti-Covid bloccati, mancano i decreti attuativi: i rischi

Secondo uno studio della fondazione Openpolis, i 13 decreti legge emanati dall’Esecutivo per far fronte all’emergenza Coronavirus richiedono 165 decreti attuativi e l’intervento di 17 ministeri per diventare operativi. Ad oggi, però, soltanto 31 ne sono stati approvati, il che vuol dire che molti degli aiuti riconosciuti, dall’ecobonus al bonus bici e monopattini, sono rimasti su carta poiché ancora non realizzabili.

A conti fatti, quindi, soltanto il 19% dei decreti attuativi necessari per rendere le misure anti-Covid operative sono stati approvati, circa 1 su 5. La strada da fare, pertanto, è ancora tanta. E il rischio maggiore è che molti di questi interventi finiscano col rimanere delle buone intenzioni che non vedranno mai la luce del sole.

I ministeri coinvolti e le conseguenze

La disposizione dei decreti attuativi, come anticipato, coinvolge ben 17 ministeri. Nello specifico: vertono a carico del Ministero dell’Economia e delle Finanze ben 36 decreti attuativi, a carico del Ministero dell’Istruzione invece ci sono 13 decreti attuativi, contro i 13 del Ministero dello Sviluppo economico e i 12 del Ministero del Lavoro.

Si tratta di una situazione che non genera solo dei ritardi, come per esempio sta succedendo con il bonus bici e monopattini (attualmente fermo per via dei decreti attuativi mancanti): molti provvedimenti potrebbero addirittura non arrivare. Una volta scaduti i termini relativi alla presentazione delle domande per il riconoscimento di determinate detrazioni (come quelli dell’ecobonus), la mancanza di disposizioni sulle procedure da seguire blocca i contribuenti e rischia di far saltare tutto.

Le misure varate dall’Esecutivo rispondere alla crisi scatenata dalla pandemia, quindi, rischiano di rimanere su carta, come delle promesse non mantenute? In fondo, come è stato scritto da Openpolis: “La ripresa economica e sociale del Paese passa anche per la tempestiva azione del Governo” e, purtroppo, “Mai come in questa fase la distanza tra comunicazione e realtà sembra ampia”.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Rischi per ecobonus e le altre misure anti-Covid: mancano i decreti at...