Perché si parla di “dimissioni imminenti” di papa Francesco: cosa sappiamo

In questi giorni alcune fonti stanno parlando di quella che, se confermata, sarebbe davvero una notizia bomba: le possibili dimissioni di papa Bergoglio

In questi giorni in cui il papa chiede a gran voce che i vaccini siano per tutti, alcune fonti stanno parlando di quella che, se confermata, sarebbe davvero una notizia bomba: le possibili dimissioni di papa Francesco. Una notizia incredibile, se venisse confermata, tanto che sta letteralmente scalando le classifiche delle ricerche su Google in queste feste di Natale.

Da dove arriva il rumor e perché

Un rumor arrivato dalla Francia sosterrebbe con assoluta certezza che Bergoglio si dimetterà a brevissimo. Austen Ivereigh, ex direttore degli affari pubblici del cardinale Cormac Murphy-O’Connor, precedente arcivescovo di Westminster, da sempre a stretto contatto con il Vaticano, ha pronunciato testuali parole su papa Francesco: “Non credo che ci sia mai stato alcun dubbio che si dimetterà nel 2020”.

Affermazione fortissima, che Ivereigh ha poi sostenuto spiegando che “Francesco ha chiarito fin dall’inizio che considerava l’atto di Papa Benedetto XVI come un atto profetico di grande modestia, e non avrebbe avuto assolutamente alcun problema a fare lo stesso. Ciò che è stato interessante è stato che ha detto alla televisione messicana nel 2014 che credeva che avrebbe avuto un breve papato di circa cinque anni”.

Questo avrebbe portato Ivereigh a suggerire che il Papa potrebbe dimettersi improvvisamente. In seguito alle controverse dimissioni di papa Benedetto XVI, la prima volta in 500 anni, una fonte a lui vicina sosteneva che papa Francesco avrebbe servito solo per sette anni, proprio perché avrebbe voluto seguire le orme di Benedetto XVI.

Le parole di papa Francesco

Intervistato da Valentina Alazraki nel programma televisivo messicano “Noticieros Televisa”, alla domanda sul suo papato, papa Francesco aveva risposto: “Ho la sensazione che il mio pontificato sarà breve, quattro o cinque anni. Non lo so, due, o tre forse. Ho la sensazione, anche se un po ‘vaga, che il Signore mi metta qui per una cosa breve e non di più”.

Ci sarebbe persino una data secondo Ivereigh. Papa Francesco sarebbe pronto a dimettersi entro e non oltre il 31 dicembre 2020.

Un papa amato e odiato, anche per la gestione economica del Vaticano

Un papa indubbiamente amato ma anche molto criticato per le sue aperture e le sue posizioni controcorrente, anche in campo economico. Bergoglio nel 2019 aveva deciso di tagliare i costi del costosissimo Vaticano, i cui conti sono in profondo rosso: il deficit del 2018 era di ben 70 milioni, addirittura raddoppiato, su un budget di circa 300 milioni.

Francesco aveva chiesto di studiare tutte le misure ritenute necessarie per salvaguardare il futuro economico della Santa Sede. Le cause? Soprattutto l’elevato costo del lavoro e il calo delle entrate, soprattutto quelle relative ai trasferimenti da parte delle diocesi particolarmente ricche degli Usa, alle prese con i max risarcimenti alle vittime di abusi sessuali, e Germania. Gli investimenti dei dicasteri e dello Ior, poi, hanno smesso di rendere come in passato.

Benché da parte del papa non siano mai arrivate dichiarazioni pubbliche riguardo a un suo possibile addio, come spiega Bufale.net che ha approfondito la questione, dal Vaticano arriverebbero solo ampie rassicurazioni sul fatto che si tratta di una fake news. Per ora, dunque, non solo non c’è nulla di certo e confermato, e anzi dai palazzi vaticani arriverebbero anche smentite categoriche.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Perché si parla di “dimissioni imminenti” di papa Frances...