Campania, De Luca minaccia il lockdown: contagi e indice Rt in aumento

Il governatore Vincenzo De Luca ha fatto il punto sulla grave situazione Covid in Campania, annunciando una nuova stretta nella Regione

“Siamo arrivati al punto nel quale dovremmo prendere decisioni drastiche“. Lo ha annunciato Vincenzo De Luca, presidente della Regione Campania, in diretta Facebook. Il governatore ha commentato la grave situazione Covid sul territorio, secondo solo dopo alla Lombardia per numero di contagi, 769 nel bollettino del Ministero della Salute del 9 ottobre. Il governatore ha chiarito che “l’obiettivo a cui dobbiamo puntare in Italia dovrebbe essere avere un equilibrio tra i nuovi contagi e le persone dichiarate guarite. Se c’è equilibrio, la situazione diventa gestibile, ma se questo equilibrio salta è lockdown“.

Vincenzo De Luca ha sottolineato la concreta possibilità di chiudere la Campania o applicare nuove limitazioni ad alcune province, come già fatto da Nicola Zingaretti, che ha ordinato il mini lockdown di quella di Latina. “Se hai un incremento in termini assoluti di 800 positivi al giorno, è evidente che arriviamo alla chiusura di tutto. Non vogliamo drammatizzare, ma vogliamo semplicemente fare un calcolo numerico”, ha precisato il governatore campano.

Mascherina anche in casa: l’invito di De Luca ai campani

“Con un aumento dei tamponi si crea il paradosso che più tamponi, più positivi e più persone in isolamento domiciliare”, ha spiegato Vincenzo De Luca, invitando i cittadini campani a osservare le regole previste dal nuovo Dpcm. Il governatore ha confermato l’invito di Giuseppe Conte a usare la mascherina anche al chiuso: “È obbligatoria in pubblico, ma anche in casa quando non si è tra familiari. Non bisogna vergognarsi: è un dovere di responsabilità”.

De Luca invita alla cautela: pochi medici in Campania

“Vorrei ricordare che la Campania è una delle Regioni che ha meno personale medico. Abbiamo 43.500 addetti mentre il Veneto ne ha 59.302, con un milione di abitanti in meno e l’Emilia-Romagna ne ha 58.250 con 1,5 milioni di abitanti in meno. Rispetto alla popolazione siamo la regione che ha meno unità lavorative nel sistema sanitario”, ha sottolineato Vincenzo De Luca. “Ne abbiamo meno della metà della Lombardia, 16.000 in meno rispetto al Veneto e 15.000 in meno rispetto all’Emilia-Romagna. Dico questo che per spiegare a chi fa aggressione mediatica che la Campania fa un miracolo per risorse e personale a disposizione”.

Indice Rt troppo alto in Campania: l’allarme dell’Iss

Nel mentre l’Istituto Superiore di Sanità e il Ministero della Salute rilevano che l’indice Rt è salito a 1,24 in Campania, che per questo si classifica come la regione più a rischio. In 24 ore sono risultati positivi 769 tamponi su 9.549, e si sono registrati 5 decessi e 117 guariti. La situazione ricoveri potrebbe presto richiedere il ricorso alla Fase C, con l’attivazione di nuovi posto letto. Sono 67 su 110 quelli occupati in terapia intensiva, e 576 su 747 quelli in altri reparti. La Regione ne ha previsti altri 1.000, di cui 200 di terapia sub-intensiva e 200 di terapia intensiva.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Campania, De Luca minaccia il lockdown: contagi e indice Rt in aumento