Covid, cosa sappiamo della nuova variante francese e perché fa paura

Il nuovo ceppo del coronavirus ha causato un focolaio con 50 contagi a Bordeaux, e potrebbe essere più contagioso anche della variante inglese

Gli abitanti del distretto di Bacalan, zona della movida nel quadrante Nord di Bordeaux, otterranno un pass per essere vaccinati in maniera prioritaria dopo la scoperta di una variante di Covid-19 che preoccupa le autorità. Il nuovo ceppo sarebbe molto raro e altamente contagioso, e il focolaio scoppiato proprio nel periodo delle riaperture in Francia ha messo in allerta l’Agenzia sanitaria regionale della Nuova Aquitania, che ha diffuso un comunicato venerdì 21 maggio.

Covid, cosa sappiamo della nuova variante francese e quanto è contagiosa

La variante francese è nota come Voc20I/484Q e si sarebbe evoluta partendo dalla variante inglese. Secondo le autorità francesi avrebbe sviluppato una mutazione che potrebbe renderla più resistente ai vaccini anti Covid.

Benoît Elleboode, direttore generale dell’Ars regionale, ha riferito a Le Parisien che i dati finora raccolti sulla sua trasmissibilità indicherebbero che è più contagiosa di altri ceppi.

Ulteriori studi dovranno approfondire questo aspetto. In particolare il Cnr, il centro di ricerca nazionale che si occupa di malattie infettive respiratorie causate dai virus, ha iniziato a sequenziare l’intero genoma della nuova variante del Sars-Cov-2 scoperta in Francia.

Per la sua rarità e il livello di trasmissibilità, è stata etichettata come Voc, ovvero variant of concern. Rientrano in questa categoria i ceppi virali che sono sorvegliati speciali da parte della comunità scientifica, come la variante inglese e la variante indiana.

Covid, cosa sappiamo della nuova variante: gli altri casi emersi in Francia

La nuova variante francese era già stata isolata oltralpe, ma la sua incidenza era considerata piuttosto rara fino al focolaio scoppiato a Bordeaux. Sono almeno 50 le persone che sono risultate positive al ceppo nella città.

Nessuno dei positivi era stato vaccinato, e nessuno avrebbe avuto bisogno del ricovero in ospedale. I sintomi sono quelli noti del Covid-19 e ci sarebbero diversi asintomatici.

In precedenza erano emersi casi nella regione di Île-de-France, dove si trova Parigi. Tuttavia il basso numero di infezioni non aveva allarmato le autorità.

Covid, cosa sappiamo della variante francese: come si combatte a Bordeaux

Nel quartiere è stata predisposta un’attività di screening di massa con tamponi su centinaia di persone. I risultati dei test arriveranno a inizio settimana ed è prevedibile che emergano nuovi casi.

L’Ars della Nuova Aquitania pianifica di aumentare il ritmo delle vaccinazioni, destinando più dosi agli hub che si trovano nella città e rifornendo le farmacie locali con il vaccino prodotto da Moderna.

Come ulteriore misura di contrasto alla variante francese, sarà aperto un nuovo centro vaccinale provvisorio per somministrare 19 mila dosi di Pfizer/BioNTech e Moderna, che arriveranno entro tre settimane. Circa 4 mila in più di quelle previste inizialmente per il distretto.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Covid, cosa sappiamo della nuova variante francese e perché fa paura