Covid, emerso un nuovo strano sintomo che si manifesta nelle unghie

Le chiamano "unghie da Covid" e potrebbero essere riconosciute come un altro strano sintomo che si manifesta al manifestarsi del virus

Unghie dall’aspetto strano potrebbero essere il segno di una precedente infezione da Coronavirus, lo ha affermato Tim Spector, professore di epidemiologia genetica al King’s College.

Lo scienziato, alla guida il più grande studio al mondo sui sintomi del virus, ha affermato in un’intervista rilasciata a Business Insider di aver ricevuto diverse segnalazioni aneddotiche riguardo le cd. “unghie da Covid”, arrivate al team di ricerca dall’app “ZOE COVID Symptom Study”, tracker dei sintomi con oltre 4 milioni di utenti iscritti in tutto il mondo. L’intuizione di Spector è che questo non è un fenomeno casuale, in quanto può accadere anche dopo altre infezioni.

Come riconoscere le “unghie da Covid”

Nel periodo di tempo in cui il corpo combatte l’infezione da Covid le unghie non crescono, proprio come può accadere dopo altri eventi di forte stress (tipo quando ci si sottopone alla chemioterapia o nei casi di malnutrizione grave). Da qui il venirsi a creare di una sorta di dislivello, tra la parte di unghia cresciuta e quella che inizia a crescere dopo il trauma, segnato da una linea visibile a occhio nudo.

A supporto di questa tesi si è espressa anche la dott.ssa Tanya Bleiker, presidente della British Association of Dermatologists, che ad HuffPost UK ha dichiarato che i dermatologi hanno riscontrato le stesse unghie (e la stesse linee orizzontali) in molti pazienti risultati positivi al Covid.

In ambito medico queste linee prendono il nome di “linee di Beau”, ha spiegato la dottoressa, e sono rientranze trasversali che si manifestano nella maggior parte delle unghie del paziente, a volte in tutte, sia nelle mani che nei piedi.

Le linee di Beau non sono comunque dannose e di solito diventano visibili dopo diversi mesi.

Unghie da Covid anche nei pazienti asintomatici

Spector ha affermato che non è ancora chiaro se i cambiamenti delle unghie siano collegati alla gravità della malattia. Con altre infezioni, più grave è la malattia, più è probabile che queste linee siano visibili, ma non ci sono ancora dati a sufficienza per dire che lo stesso vale per i pazienti Covid.

Ciò che è stato riscontrato, però, è che cambiamenti delle unghie si sono manifestati anche nei pazienti asintomatici, confermando la precedente infezione da Coronavirus.

“Se otteniamo un numero sufficiente di numeri associati al Covid asintomatico, questo può diventare un test anticorpale economico” a partire da un’analisi dello stato delle unghie, ha poi aggiunto il dottore. Un metodo che, di fatto, potrebbe aiutare le persone a capire se hanno già avuto il virus, senza la necessità di test invasivi e costosi.

Per avere la certezza, però, bisognerà aspettare che lo studio venga portato a termine.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Covid, emerso un nuovo strano sintomo che si manifesta nelle unghie