Covid, anche la Sicilia verso il coprifuoco? In arrivo nuova ordinanza Musumeci

Anche la Regione Sicilia pronta a chiudere tutto entro la mezzanotte e a indire il coprifuoco?

AGGIORNAMENTO: Il governatore della Regione Sicilia Nello Musumeci ha firmato la nuova ordinanza Covid nella serata di sabato 24 ottobre. Vi rimandiamo qui per cosa è stato deciso.

Con il Dpcm 18 ottobre Conte ha lasciato alle amministrazioni regionali e locali la possibilità di procedere con restrizioni anti-Covid mirate a specifici territori.

Su questa scia, dunque, molti presidenti di Regione e sindaci si sono mossi approvando delle misure ancora più stringenti rispetto a quelle del decreto ottobre, come il coprifuoco dalle 23 alle 5 del mattino in Campania e in Piemonte. Deciso a seguire la stessa strada, inoltre, parrebbe anche il governatore della Sicilia Nello Musumeci che, proprio in queste ore, ha annunciato l’arrivo di una nuova ordinanza.

Sicilia, in arrivo nuova ordinanza Musumeci

Entro sabato 24 ottobre dovrebbe arriva anche l’ordinanza Musumeci per la Regione Sicilia. Il presidente, come ha fatto sapere nelle ultime ore, pare deciso ad approvare misure anti-Covid ancora più rigide, anche se non si è apertamente sbilanciato sull’ipotesi di coprifuoco dopo le 23.00 (e fino alle 5.00 del mattino), seppur molti stiano dando questa eventualità quasi certa. In questo modo, non solo locali, bar e luoghi di ristoro sarebbero costretti a chiudere, ma verrebbe limitata anche la circolazione delle persone, che potranno spostarsi e circolare solo per comprovate esigenze lavorative, di salute o personali.

“Dopo una giornata intensa di confronto con gli esperti del Comitato tecnico scientifico e con l’assessore alla Salute, mi sono preso 24 ore di tempo prima di adottare il nuovo provvedimento”, ha annunciato venerdì 23 ottobre Nello Musumeci. Il testo della nuova ordinanza, come riporta Adnkronos sembrerebbe essere già pronto ma, come lo stesso presidente ha dichiarato, prima di procedere con l’approvazione della stessa, ci sarà un nuovo confronto con il ministro della Salute.

Sicilia, dove è scattato già il coprifuoco

Non è ancora chiaro, al momento, se con la nuova ordinanza Musumeci abbia intenzione di indire o meno un coprifuoco su tutta la regione. In merito all’approvazione delle nuove restrizioni, infatti, il presidente si è limitato ad assicurare che l’obiettivo è quello di introdurre limitazioni soprattutto nel sistema dei trasporti e nella scuola, “senza colpire le attività economiche”.

Intanto, in molte zone della Sicilia, i sindaci corrono ai ripari. A Palermo il sindaco Leoluca Orlando ha imposto il divieto di stazionamento per le persone, che sarà in vigore nei week end fino al 13 novembre, dalle 21 e fino alle 5 del giorno successivo. In centro e nelle vie più trafficate, dunque, vige il divieto di sostare davanti a bar, locali, piazze, strade e luoghi di incontro aperti al pubblico.

A Messina, invece, il sindaco Cateno De Luca ha approvato il coprifuoco notturno dal 30 ottobre al 30 novembre, valido tutti i giorni, mentre per le scuole ha organizzato la didattica con turni pomeridiani. Lo stesso ha deciso per i dipendenti della Pubblica Amministrazione, cui turni di lavoro saranno scaglionati (anche al sabato) e organizzati secondo le modalità di smart working per il 50% del personale attivo.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Covid, anche la Sicilia verso il coprifuoco? In arrivo nuova ordinanza...