Covid, un Paese toglie le mascherine e va verso l’immunità di gregge

In Israele il governo ha tolto l'obbligo della mascherina all'aperto grazie all'evidente miglioramento della situazione epidemiologica nel Paese

Non soltanto la fiducia di raggiungere presto l’immunità di gregge contro il Covid-19 e di tornare ad accogliere i turisti: Israele oggi getta la mascherina. Nel Paese la campagna di vaccinazione contro l’epidemia da coronavirus si conferma ad un livello più avanzato rispetto a tutto il resto del mondo, tanto da cominciare a registrare i primi effetti positivi.

Covid, Israele toglie l’obbligo di mascherine all’aperto

Emblematica la decisione da parte del governo di Tel-Aviv di togliere l’obbligo di utilizzo della mascherina all’aperto, su quale sia la situazione epidemiologica in Israele.

L’uso del dispositivo di protezione ,indispensabile per contrastare la diffusione del Sars-CoV-2, sarò imposto ancora nei luoghi chiusi ma, dato l’evidente calo dei contagi, secondo alcuni esperti entro il prossimo mese anche negli ambienti interni si potrà fare a meno della mascherina.

Il livello di presenza del virus in Israele è molto basso, grazie al successo della nostra campagna vaccinale, e quindi possiamo revocare altre restrizioni“, ha dichiarato il ministro della Sanità, Yuli Eldestein, nel comunicare l’eliminazione della regola.

Pur ribandendo che la mascherina rimane lo strumento con cui “ci proteggiamo dal virus”, il responsabile della Salute in Israele ha spiegato che la decisione è stata presa sulla base della raccomandazione degli esperti che hanno detto che “non sono necessarie all’aperto“.

Covid, Israele toglie l’obbligo di mascherine all’aperto: la campagna di vaccinazione

Ad oggi sono circa 5,3 milioni gli israeliani, su una popolazione totale di 9 milioni di persone, che hanno ricevuto almeno una dose del vaccino anti-Covid, esclusivamente della Pfizer-BioNTech. Quasi 5 milioni gli abitanti ai quali è stata somministrata anche la seconda dose.

All’appello mancano circa 1 milione di cittadini di età superiore ai 16 anni. Anche per questo gli esperti avvisano che l’immunità di gregge non è stata ancora raggiunta, ma il traguardo si avvicina sempre di più: il 70% della popolazione è stato, infatti, immunizzato o è guarito dal Covid-19.

Il professor Nadav Davidovitch, presidente dell’Associazione dei Medici della sanità pubblica e membro del comitato tecnico scientifico che coadiuva il governo, ha dichiarato negli scorsi giorni come non sia corretto parlare ancora di “immunità di gregge” fino a quando si rilevano ancora un centinaio di casi al giorno. “Finché i bambini e gli abitanti dell’Autorità Palestinese non saranno vaccinati, non saremo realmente in grado di raggiungere l’immunità di gregge”, ha detto.

Nelle ultime 24 ore nel Paese mediorientale si sono registrati 82 casi di Covid, grazie alla buona riuscita della campagna vaccinale, che ha permesso di riaprire in presenza anche le scuole di tutti i gradi. In terapia intensiva rimangono ricoverate per il Covid-19 200 persone, a fine gennaio erano circa 1.200.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Covid, un Paese toglie le mascherine e va verso l’immunità di g...