Coprifuoco, Salvini lancia l’iniziativa contro e un sito dedicato

Salvini inaugura l'albo online per l'abolizione del divieto d'uscire dopo le 22. La carica della destra contro la contestata misura, confermata nel decreto anche in zona gialla

Non è un caso che il sito di Salvini contro la discussa misura del coprifuoco sia andato online nel giorno della Liberazione. Il leader leghista lo ha dichiarato esplicitamente durante una diretta Facebook: “Oggi è il 25 aprile“, ha sottolineato rivolto ai follower connessi in diretta, “parliamo di libertà”.

#nocoprifuoco è il nome dell’albo digitale che sta facendo il pieno di adesioni. Alle 14.17 il numero complessivo di firmatari è arrivato a 30.158.

La denominazione è diventata anche un hashtag molto popolare, come spesso succede in accompagnamento alle dichiarazioni e alle iniziative del politico forse più divisivo della scena nazionale. #nocoprifuoco è tra i trend più popolari su Twitter, così come il tema del rientro a casa prima delle 22 (fino alle 5) era stato tra le chiavi di ricerca più utilizzate per la ricerca su Google all’indomani della conferenza di Draghi sulle riaperture.

“NOI, donne e uomini liberi d’Italia, chiediamo la cancellazione dell’insensato COPRIFUOCO e la riapertura di TUTTE le attività nelle zone (gialle o bianche) in cui il virus sia sotto controllo”. Questa la frase, con utilizzo spregiudicato del maiuscolo, che si legge in bella vista sull’elenco di firme digitali in continuo aggiornamento.

Le dichiarazioni di Gelmini sul divieto di uscire dopo le 22

Gli account social della Lega sono in piena attività. È stata la destra tutta ad essersi intestata la battaglia contro le strade semi-deserte di notte. Tra Lega e Fratelli d’Italia, soprattutto, negli ultimi mesi si è contato il maggior numero di sostenitori di una politica più ostile alle limitazioni anti-Covid, quindi più incline a raccogliere lo scontento alimentato in parte dell’opinione pubblica da aperture giudicate da alcuni troppo prudenti.

Come si fa a cenare al ristorante se resta in vigore la scadenza delle 22? Un discorso che i critici allargano anche ai luoghi dello spettacolo. Sul punto l’intervento del Ministro per gli affari regionali e autonomie Mariastella Gelmini, in quota Forza Italia. “Chi va a cena fuori può stare tranquillamente seduto al tavolo fino alle 22”, ha spiegato a Il Messaggero, “e poi, una volta uscito dal locale, far ritorno a casa senza alcun rischio di ricevere sanzioni”.

La risposta di Sibilia sui contenuti del decreto alla vigilia delle zone gialle

Parole che hanno innescato la risposta di Carlo Sibilia. Il sottosegretario agli Interni pentastellato ha invitato a “evitare interpretazioni personali” della legge, rispetto alla quale l’unica autorità competente sarebbe il Viminale, che proprio nel corso di sabato ha inviato una circolare ai prefetti in cui si chiariscono i dettagli della misura del coprifuoco anche nella zona gialla, al via domani in gran parte d’Italia.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Coprifuoco, Salvini lancia l’iniziativa contro e un sito dedicat...