Coronavirus, gli Usa sprofondano. Trump promette vaccino gratis per tutti

Negli Usa entro il primo giugno ci saranno più di 100mila morti causati da complicanze legate al Covid. E ora l'America cerca una soluzione, per tutti

Un vaccino, gratis, per tutti. Negli Usa entro il primo giugno, dicono le previsioni statistiche, ci saranno più di 100mila morti causati da complicanze legate al Coronavirus. Per questo, l’Amministrazione Usa ”sta cercando” di ottenere un vaccino per il Covid che sia gratuito, per tutti.

A dichiararlo è stato il presidente Usa in persona Donald Trump. Incontrando i giornalisti alla Casa Bianca, The Donald ha spiegato che ”stiamo lavorando a questo”. La situazione negli Stati Uniti è letteralmente esplosiva e serve una risposta urgente ed efficace, che non lascia indietro nessuno.

Le previsioni delle vittime in Usa per Covid

Secondo l’ultima rilevazione della Johns Hopkins University, solo negli Stati Uniti sono morte altre 1.680 persone in 24 ore per il Coronavirus. Il totale dei decessi sale a 87.493, mentre i casi confermati sono 1,44 milioni.

L’avvertimento sul numero delle vittime previste è arrivato dal direttore dei Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie (Cdc), Robert Redfield, che su Twitter ha sottolineato come, a partire dall’11 maggio, tutti i 12 modelli elaborati da diverse istituzioni, dalla Columbia University al Massachusetts Institute of Technology, sulla mortalità causata dal Covid-19 prevedono un aumento dei decessi nelle prossime settimane e un totale complessivo di oltre 100mila entro il primo giugno.

Se il vaccino arriva dalla Cina

Trump ha comunque anche fatto sapere che gli Stati Uniti avranno accesso al vaccino contro il Covid-19 anche se lo dovesse sviluppare prima la Cina. In ogni caso, Washington assicura che il vaccino made in USA sarà pronto entro la fine dell’anno anche grazie a un investimento di 10 miliardi in ricerca.

Il riferimento è alle ultime polemiche nate dopo che alcuni colossi farmaceutici – ultimo Sanofi – hanno dichiarato di dare priorità agli USA nella distribuzione di un vaccino, a fronte degli importanti investimenti nella ricerca.

Un maxi pacchetto di aiuti economici

Per questo Trump, cambiando ancora una volta la rotta della politica a stelle e strisce, spesso confusa e contraddittoria (forse non casualmente), ha dovuto accettare l’approvazione alla Camera dei rappresentanti di un grande pacchetto di aiuti economici per finanziare la strategia utile a combattere l’emergenza sanitaria.

Nonostante lo stesso presidente avesse parlato di provvedimento ”morto sul nascere”, sono stati messi in campo 3 trilioni di dollari con questo obiettivo. Il pacchetto di aiuti, approvato con 208 voti a favore, è stato fortemente voluto dai democratici, che hanno la maggioranza alla Camera. Il voto è stato fatto, per la prima volta in 200 anni di storia, da remoto proprio per evitare il rischio contagio.

I dem da tempo insistono sulla necessità di un’ulteriore azione d’urto per fronteggiare anche la gravissima emergenza lavoro. Il testo passerà ora al Senato, dove invece sono i Repubblicani ad avere la maggioranza e dove quindi il rischio è tutto si blocchi.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Coronavirus, gli Usa sprofondano. Trump promette vaccino gratis per tu...