Coronavirus, scuole chiuse in Puglia: nuova ordinanza della Regione

Il Presidente Emiliano chiude le scuole in Puglia, dal 30 ottobre rimarranno aperte solo quelle per l'infanzia

Chiudono le scuole in Puglia, lo ha annunciato il Presidente della Regione Michele Emiliano durante un intervento a Sky Tg24 alla trasmissione I numeri della Pandemia. La decisione è arrivata a seguito della crescita preoccupante dei casi di Covid nel territorio e coinvolgerà le scuole di ogni ordine e grado, escluse quelle per l’infanzia (dove la frequenza non è obbligatoria).

Chiudono le scuole in Puglia: l’annuncio Presidente della Regione Michele Emiliano

Sebbene il Premier Conte abbia più volte scongiurato la chiusura delle scuole, con l’ultimo Dpcm le cose sono cambiate: adesso la didattica a distanza è stata avviata al 75% per le scuole superiori, mentre continuano le lezioni in presenza per le elementari e le scuole per l’infanzia. In controtendenza rispetto a quanto deciso dal Governo centrale però, il governatore della Regione Puglia, nel rispetto dei poteri attribuiti, ha emesso un nuovo provvedimento: su tutto il territorio regionale le scuole, di ogni ordine e grado, verranno chiuse, ad esclusione di quelle per l’infanzia dove la frequenza non è obbligatoria.

“Abbiamo dovuto prendere una decisione difficile, quella di sospendere la didattica in presenza in tutte le scuole di ogni ordine e grado”, ha dichiarato Michele Emiliano su Sky Tg24 durante un suo intervento in diretta alla trasmissione I numeri della Pandemia. “Nelle scuole primarie abbiamo numeri pesantissimi, restano escluse dal provvedimento le scuole per l’infanzia, dove la frequenza non è obbligatoria – ha poi aggiunto lo stesso -. Abbiamo verificato che l’aumento dei contagi è coinciso con la riapertura delle scuole”.

La nuova ordinanza della Regione Puglia

L’ordinanza della Regione Puglia entrerà in vigore a partire da venerdì 30 ottobre 2020, così ha specificato Emiliano.

“Le attività in presenza – ha anche spiegato il governatore della Regione Puglia – saranno possibili solo per i laboratori e per le esigenze di frequenza degli alunni con bisogni educativi speciali”.

Quello che cambia con il nuovo provvedimento regionale, dunque, è che le scuole dell’obbligo pugliesi resteranno chiuse alla didattica in presenza fino al 24 novembre. Il termine stabilito dall’ordinanza del presidente della Regione Puglia è stato fissato a seguito dei dati rilevati dai Dipartimenti di Prevenzione. Come spiegato nell’ordinanza: “Le istituzioni scolastiche di ogni ordine e grado devono comunicare, ogni lunedì della settimana, all’Ufficio Scolastico Regionale e al Dipartimento della Salute, il numero degli studenti e il numero del personale scolastico positivi o in quarantena, nonché tutti i provvedimenti di sospensione dell’attività didattica adottati a causa dell’emergenza Covid”.

L’obiettivo, ovviamente, è quello di bloccare la diffusione del Covid all’interno della Regione, cercando comunque di non arrestare l’attività educativa e la didattica.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Coronavirus, scuole chiuse in Puglia: nuova ordinanza della Regione