Coronavirus, in Sardegna la nuova ordinanza di Solinas: cosa cambia

Ingresso nella regione concesso solo a chi si sottopone al tampone e risulta negativo

Da regione “Covid-free” a focolaio nel giro di poche settimane: in Sardegna il numero dei contagi nel mese di agosto ha fatto preoccupare gli esperti, tanto da spingere le autorità a dichiarare la regione una zona a rischio e ad imporre il tampone a chiunque fosse di rientro da lì. Per correre ai ripari e cercare di contenere la diffusione del virus, allora, il Presidente di Regione, Christian Solinas, ha firmato una nuova ordinanza, che vincola i nuovi ingressi sul territorio all’effettuazione del test o tampone (che deve risultare negativo) e impone di indossare la mascherina 24 ore su 24 quando si è sull’isola.

Nuova ordinanza Solinas: in Sardegna solo se si è risultati negativi al Covid

Di passare per regione-focolaio la Sardegna non ne ha voglia e così, dopo il crescente numero di casi di Covid, il governatore Solinas ha deciso di correre ai ripari. Movida estiva e ingressi sull’isola non contenuti e poco controllati hanno fatto impennare i contagi, per questo motivo con la nuova ordinanza la regione Sardegna ha deciso di riscrivere le regole anti-Covid, imponendo nuove restrizioni.

Prima di tutto gli ingressi sul territorio: da lunedì’ 14 settembre chiunque arrivi sull’isola è “invitato” a presentare agli imbarchi un certificato di negatività al virus dove attesta di essersi sottoposto a un test sierologico, molecolare o antigenico e di essere risultato negativo al Coronavirus. Quelli sprovvisti di certificato dovranno acconsentire a sottoporsi al tampone entro le 48 ore successive al loro arrivo e, dopo di che, comunicarne l’esito alle autorità sanitarie locali.

Tutti i passeggeri, prima dell’imbarco, dovranno infine scaricare i moduli presenti sul sito della Regione e registrare il proprio ingresso per via telematica o attraverso l’app Sardegna sicura.

Sardegna, imposta la quarantena a chi non presenta il certificato di negatività. Mascherine obbligatorie per tutti

L’ordinanza firmata da Solinas impone anche la quarantena a chi è in attesa dei risultati del tampone, dopo non aver presentato il certificato di negatività agli imbarchi. Fino a quando ci sarà la certezza di essere negativi al Covid, dunque, i viaggiatori che non hanno fatto il test dovranno restare in isolamento.

La nuova ordinanza della Sardegna impone inoltre l’utilizzo obbligatorio delle mascherine a tutti, 24 ore su 24, ogni volta che non sarà possibile rispettare le distanze di sicurezza (anche all’aperto).

L’invito a sottoporsi ai test non si applica a chi arriva nell’isola per esercitare attività funzionali ad organi costituzionali, all’equipaggio di mezzi di trasporto, al personale viaggiante su treni e aerei per motivi di lavoro e salute.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Coronavirus, in Sardegna la nuova ordinanza di Solinas: cosa cambia