Coraggio Italia, il nuovo partito che “ruba” iscritti a Forza Italia e M5s

La formazione con gli sponsor del governatore della Liguria Toti e del sindaco di Venezia Brugnaro. L'ira di Berlusconi

Arrivano soprattutto da Forza Italia, ma anche dal Gruppo Misto (componente “Cambiamo! – Popolo Protagonista”), dal Movimento Cinque Stelle, dal Centro Democratico e dalla Lega. Sono i 25 deputati di “Coraggio Italia”, il nuovo gruppo parlamentare presente alla Camera e al Senato, dove però i membri restano nel misto.

Il nuovo schieramento politico è stato presentato giovedì in una conferenza stampa con il sindaco di Venezia Luigi Brugnaro e Giovanni Toti, a capo della componente “Cambiamo!” dissoltasi nel neonato gruppo.

“Coraggio Italia, cambiamo insieme. Non possiamo più far finta di niente, dobbiamo da subito sostenere le riforme, creare lavoro e rilanciare il nostro Paese, tutti insieme. E’ il momento di fare scelte coraggiose”, queste le parole del primo cittadino del capoluogo veneto, arrivato in Comune a capo di una lista civica.

Chi sono i membri del nuovo gruppo “Coraggio Italia”: la maggior parte arriva da Forza Italia

L’emorragia più consistente arriva dai banchi di Forza Italia, che ha contribuito per la metà alla nascita della formazione, che ha già espresso un sostegno chiaro e deciso al presidente del Consiglio in carica Mario Draghi. I presupposti del cambio di casacca vanno ricercati, secondo la ricostruzione del Corriere della Sera, nelle ambizioni romane del sindaco-imprenditore e nel peggioramento delle condizioni di salute del fondatore del partito di centrodestra.

Proprio Berlusconi avrebbe commentato la mossa con parole poco lusinghiere: “Dove vanno con Brugnaro?”, sarebbero state le parole dell’ex Cav, che secondo l’Adnkronos avrebbe tentato fino all’ultimo di arginare la fuga. Alcuni retroscena riconducono l’irritazione del fondatore di Forza Italia al sogno frustrato di ascendere alla prima carica dello Stato: con il neo gruppo, infatti, sarebbe più difficile per Berlusconi diventare presidente della Repubblica, al netto naturalmente delle condizioni di salute precarie.

Nella neonata formazione anche Cinque Stelle, Lega e Misto

Oltre “Cambiamo!”, dentro con anche il governatore della Liguria e capo politico Giovanni Toti, un altro gruppo consistente è proprio quello dei veneti: Raffaele Baratto (ex Fi), l’ex Cinque Stelle di Treviso Fabio Berardini e la leghista Tiziana Piccolo, di Valdobbiadene.

Marco Marin è il presidente del gruppo alla Camera: “Questo è il governo del migliore e merita di andare avanti. Siamo qui per dare una mano a Draghi che è la persona più autorevole”, ha commentato.

Al Senato, il suo omologo è l’ex ministro Paolo Romani.

Tra i parlamentari eccellenti e non ci sono Michaela Biancofiore, Cosimo Sibilia (presidente della Lega Nazionale Dilettanti – LND) e l’ex grillino Ugo De Girolamo.

Il simbolo presenta la scritta Coraggio Italia su sfondo fucsia e un anello per metà azzurro e per metà tricolore.

Nel frattempo l’esecutivo lavora al green pass per un’estate di pseudo-normalità (qui come funziona il lasciapassare). Draghi ha anche superato la china approvando il decreto Sostegni Bis (qui un elenco delle misure previste).

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Coraggio Italia, il nuovo partito che “ruba” iscritti a Fo...