Ciocca (Lega): “Vale più un malato lombardo”, la polemica sul vaccino Covid

L'eurodeputato leghista Antonio Ciocca ha criticato il piano vaccinale del Governo, nonostante i dati smentiscano la sua teoria

I vaccini dovrebbero essere distribuiti prima alle zone d’Italia che producono di più. È questa la teoria proposta dall’europarlamentare Angelo Ciocca, della Lega. “Non è pensabile che la Lombardia, che ha il doppio degli abitanti del Lazio, possa ricevere meno vaccini. Questo è clientelismo territoriale. Poi bisogna valutare l’importanza economica del territorio. La Lombardia, è un dato di fatto, è il motore di tutto il Paese. Quindi se si ammala un lombardo vale di più che se si ammala una persona di un’altra parte d’Italia”, ha dichiarato durante un’ospitata televisiva.

I numeri sono diversi tuttavia da quelli dichiarati dal deputato europeo. Sarà infatti la Lombardia a ricevere più dosi del vaccino, 305 mila, mentre al Lazio ne andrano 180 mila durante la prima fase della campagna vaccinale anti Covid.

Vaccino Covid, Ciocca (Lega): “Si premia una regione per il colore”

“Si premia una regione rispetto a un’altra perché una a livello democratico ha un colore rispetto a un altro”, ha denunciato. Per poi aggiungere che “se si ammala un lombardo, economicamente, da imprenditori, vale di più rispetto a un laziale“.

Vaccino Covid, Ciocca (Lega): “Prima i dipendenti privati”

“Se in un’azienda devo investire in un sistema antincendio lo potenzio dove c’è il server, dove c’è il capitale umano che produce. Non è solo una questione di Lombardia e Lazio. Vale per un ministeriale o un burocrate europeo. Io dico: prima i dipendenti privati. Per me vale di più un lavoratore, un magazziniere, un commesso, un imprenditore lombardo rispetto a un ministeriale romano”, ha aggiunto Angelo Ciocca.

Non perché ce l’ho con lui, ma solo che per uscire da questa pandemia dobbiamo investire in debito pubblico, e allora dobbiamo mettere in condizione chi produce nel mondo privato di farci affrontare il debito pubblico”, ha spiegato l’eurodeputato leghista riguardo la distribuzione del vaccino anti Covid.

Vaccino, Ciocca (Lega): “Bisogna fare un ragionamento economico”

“Sulla salute non si può fare politica, ma bisogna fare anche un ragionamento economico per il Paese perché purtroppo, è un dato di fatto, un cittadino lombardo paga più tasse rispetto un cittadino laziale. La Lombardia è stato il territorio che è stato più colpito ed è ancora quello più colpito dai contagi. Gli estintori li metti a disposizione dove hai più incendi: sia perché siamo numerosi, sia perché ci sono più ammalati e contagi e poi non ultimo l’aspetto economico perché è un territorio che più va in difficoltà più paga l’intero Paese“, ha spiegato Angelo Ciocca.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Ciocca (Lega): “Vale più un malato lombardo”, la polemica...